Menu

Il Venerdì

Il Venerdì Di Impatto Sonoro#27: Miley Cirus e Smells Like Teen Spirit: 5 cover migliori e 5 peggiori

Si rivolta, e continuerà a rivolta questa fomentosa rubrica dedicata fondamentalmente al nulla. Perchè dopo una settimana e più di fatica, abbiamo bisogno di oziare, parlare di cose di cui parleremmo in un qualsiasi bar sport globale, o seduti su una panchina tra una trentina d’anni, ma più probabilmente anche prima. Oggi si parla di Nirvana, Miley Crus e vilipendi di cadavere.
A cura di  Fabio Gallato, Fabio Mascagna e Vincenzo Lombino.

L’avete già vista tutti: Miley Crus che rifà “Smell Like Teen Spirit” dei Nirvana. Hanna Montana che rifà “Smell Like Teen Spirit” dei Nirvana”. Non so se ci siamo spiegati. Uno sfregio gratuito e selvaggio di uno dei capolavori della band simbolo degli anni ’90.  E non chiedetevi perchè, por qué, a Quito, Ecuador, luogo del misfatto, non è partita una piogga di bombe al fosforo bianco contro la povera Crus e la sua idea di merda. Non c’è una giustificazione plausibile, non c’è niente a cui attaccarsi, tanto più che, a dirla tutta, Miley Crus vestita in stile sadomaso non è manco buona per del sano onanismo.
Non c’è mai fine al peggio, e non è solo un modo di dire.
Abbiamo radunato qui sotto 5 cover di “Smell Like Teen Spirit” perfino peggiori (ma il limite è sottile, sottilissimo) di quella di Miley Crus.
Poi però ci siamo accorti che schiaffeggiare così il cadavere di Kurt Cobain era troppo e abbiamo rimediato con altre 5 cover, stavolta più belle di quello scempio Disney, dieci cover che, almeno per noi, suonano come un vero e proprio omaggio, un tributo sincero a “Smell Like Teen Spirit” e ai Nirvana. E in linea di massima è ciò che dovrebbe essere una cover.

Cinque cover più brutte di quella di Miley Crus

Bruthal 6
Ci si veste  così, i microfoni piovono dal cielo e si cucca un casino. É l’Argentina, non la Finlandia, e qualcosa non ci quadra.

Take That
Uno dei peggiori momenti della storia della musica. Kurt, perdonali.

The Ukulele Orchestra
L’avevamo detto qualche tempo fa. L’ukulele ci fa cagare e questa imbarazzante prova non fa altro che rafforzare la nostra posizione. Forse a Kurt sarebbe piaciuta, a noi no.

Weird Al Yankovic
Facciamo davvero fatica a capire dove si debba ridere. L’unica attenuante per questo massacro è che è stato compiuto quando Kurt era ancora vivo. Altrimenti, anche per lui, si sarebbe parlato di vilipendio di cadavere.

Flyleaf
Sono una band rock cristiana, hanno tutti una faccia da culo e suonano pure male. Che Dio li fulmini.

Cinque cover più belle di quella di Miley Crus

Tori Amos
In un’intervista ufficiale del 1993, Kurt Cobain dichiarò di amare questa interpretazione di Tori Amos, definendola forse perfino migliore della sua.

Patty Smith
Un tributo stupendo dalla madre del punk. With the light out is less dangerous.

The Italian Secret Service
Raffinata e geniale riproposizione in chiave lounge-swing di uno dei capolavori della storia della musica: prendere appunti, prego.

Scala & Kolacny Brothers
Un commovente ed emozionante requiem per Kurt. Brividi.

Stefano Bollani & Banda Osiris
Siamo sicuri avrebbe salvato Kurt dal suicidio. O almeno gli avrebbe regalato più sorrisi di Courtney.

Bonus Track

Paul Anka
Ci mette in difficoltà: come si può, nonostante tutto, voler del male a Paul Anka?

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Articoli correlati

Close