Menu

Recensioni

Craft Spells – Idle Labor

2011 - Captured Tracks
wave/dark/pop

Ascolta

Acquista

Tracklist

1.For The Ages
2.Scandinavian Crush
3.The Fog Rose High
4.Party Talk
5.From The Morning Heat
6.After The Moment
7.Ramona
8.Given The Time
9.Your Tomb
10.You Should Close The Door
11.Beauty Above All

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Altra band spuntata fuori tra le nostalgie e le macerie elettrico-sintetiche degli anni ’80, i Craft Spells sono accasati sotto Captured Tracks, ovvero l’etichetta di uno dei maestri, o meglio emblemi (come visibilità) della cultura lo-fi americana, Mike Sniper, in arte Blank Dogs.

Come tutte le uscite in atto per l’etichetta di Sniper, i Craft Spells rendono più o meno visibile omaggio alle sonorità passate, ponendo un ponte fragilmente omogeneo tra gli Smiths di Cemetery Gates e i Cure del periodo Thirteen Seconds.
Anche i cari vecchi New Order non mancano nel novero delle radici di partenza del gruppo che riesce, e voglio qui enunciarlo, a mantenere una godibilità, un’ironia dentro la nostalgia che ovatta il disco, sfumandoci così un groove ammiccante e non stuccoso.
From The Morning Heat è una Friday i’m in love con ancora più pastelli e zuccherini, con un tono più giocoso e circense, Scandinavian Crush, After the Moment (uscito anche come video) e Party Talks rappresentano bene un’ operazione di riesumazione smithsiana con tanto di aggiunte di estetica vintage che fanno sobbalzare talvolta per la vicinanza impressionante non solo alle melodie dello storico gruppo di Manchester.
You Should close the door e Sun trails (altro singolo uscito dell’album) mostrano invece una band sempre innamorata di un’estetica retrò, tra anni ’50, ’60 e primi ’80, ma con una vena melodica più personale che trascende il gusto pop lo-fi e una trasognatezza che avvolgono dolcemente l’ascoltatore, con il loro ritmo semplice ma melodicamente riuscito.

In definitiva Idle Labor si delinea ad essere un’opera sufficientemente godibile, sicuramente amati da un sincero gruppo di infatuati reduci delle estetiche passate, ma purtroppo non abbastanza scapestrati per lasciare qualcosa in più dietro di sè.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=9a5v_XhoO-4[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close