Menu

Recensioni

Brunori Sas – Vol. 2: Poveri Cristi

2011 - Picicca Dischi
cantautorato/pop

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Il giovane Mario
2. Lei, lui, Firenze
3. Rosa
4. Una domenica notte
5. Il suo sorriso (feat. Dente)
6. La mosca
7. Bruno mio dove sei
8. Animal colletti (feat. Dimartino)
9. Tre capelli sul comò
10. Fra milioni di stelle

Web

Sito Ufficiale
Facebook

I “poveri cristi” italiani sono i protagonisti del nuovo album di Dario Brunori, intitolato “Volume 2: Poveri cristi” ed uscito il 17 giugno per Picicca Dischi.

Brunori ci consegna storie di gente comune alle prese con problemi comuni, di disperati che non riescono a sbarcare il lunario e lo fa alla maniera di un Rino Gaetano degli anni zero, forse anche troppo. Se nel suo precedente lavoro Brunori è stato più volte etichettato come “il nuovo Rino Gaetano”, figuriamoci adesso. Pur volendo apprezzare la canzoni di Brunori, non si può certo disconoscere l’evidente influenza dell’artista di Crotone, ingombrante e piuttosto scontata. Non che i contenuti di “Volume 2” siano discutibili, ma è pur vero che l’originalità è ancora un miraggio. Poco c’è di nuovo, nonostante i premi e i riconoscimenti, e poco c’è di genuino. Brunori realizza un disco affascinante per chi conosce poco la discografia di Gaetano, per chi non ha ascoltato i cantautori di trenta o quarant’anni fa. Sono dieci canzoni che si ascoltano volentieri ma senza troppe pretese, senza gridare al miracolo indie. Le collaborazioni di Dente e Dimartino non fanno la differenza e “Volume 2” si lascia definire come  un disco semplice che racconta le vite altrui con realismo e speranza, con una scrittura sobria e abbastanza “popolare”.

I brani migliori sono “Lei, lui, Firenze”, “Rosa” e “Fra milioni di stelle”. Quando Brunori opterà per un distacco dai suoi miti dichiarati, ne potremo riparlare.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=4ZA-TZYuhJ0[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close