Menu

Recensioni

Blondie – Panic Of Girls

2011 - Eleven Seven
pop/new wave

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. D-Day
2. What I Heard
3. Mother
4. The End, The End
5. Girlie Girlie
6. Love Doesn’t Frighten Me
7. Words in My Mouth
8. Sunday Smile
9. Wipe Off My Sweat
10. Le Bleu
11. China Shoes

Web

Sito Ufficiale
Facebook

“Panic of girls”, vale a dire: tornano i Blondie otto anni dopo e fanno pervenire il nono album della loro carriera. Quaranta milioni di dischi venduti per la band di New York che ha influenzato numerosi gruppi indie e mainstream col distintivo sound new wave contaminatissimo.

Ci sono due cose da dire subito. La prima è che questo lavoro meriterebbe forse un premio speciale per una delle cover più belle e originali dell’anno. La seconda: chi ha seguito il tour promozionale della band si è reso immediatamente conto che nonostante le sessantasei candeline la nostra Debbie Harry è ancora incredibilmente sulla cresta dell’onda, gli anni passano e si vede ma la voglia e soprattutto la voce (amabile e grandiosa) non mancano di certo.
“Panic of girls” è un album underground e per certi versi sorprende. Non strizza l’occhio alla massa anzi si proietta e si colloca nell’universo indie. “What I Heard” (il miglior brano dell’album insieme a “Love Doesn’t Frighten Me”) esprime a pieno tutto questo. Oggi che nel panorama musicale assistiamo al ritorno in voga di un sound anni ottanta, il ritorno dei Blondie calza a pennello riflettendo sul loro exploit proprio in quel periodo e sull’amore verso quelle sonorità tirate fuori per l’occasione. I fan della band non rimarranno certamente delusi. L’album scivola via con leggerezza e con piacere e non ci sorprendiamo quando in “Girlie Girlie” c’è un cambio totale di suono in perfetta sintonia con la mentalità new wave. Anche in questo caso non possiamo che sottolineare la bravura di Debbie Harry, una delle migliori cantanti al mondo. Splendida anche “Sunday Smile” cover dei Beirut. A un certo punto brivido sulla schiena e la canzone che non ti aspetti, “Wipe Off My Sweat” un brano pop dance che ricorda vagamente un successo di Paola&Chiara e che all’inizio ci lascia un po’ così ma come per magia è da considerarsi anch’esso una nota positiva. E non c’è tempo per assuefarsi che arriva “Le Bleu”, un ennesimo cambio di atmosfera, questa volta addirittura in francese. “Panic of girls” non stanca mai e anche volendo non si riesce proprio a parlarne male.

In conclusione, un grandissimo ritorno, un ottimo un album che vien voglia di riascoltare subito. Può essere seriamente la vostra piacevole scoperta dell’anno.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=TlbhL-S4BHw&ob=av2e[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close