Menu

Recensioni

Kyle – This Is Water

2011 - Overdrive
post/folk

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Last Days
2. Empty Fragment
3. How To Fix A Wrong Night
4. Doggy Bag
5. Books
6. Clandestine Song
7. Cowboy Memories
8. Welcome Mark
9. This Is Water
10. Green Sea

Web

Sito Ufficiale
Facebook

“Ma Kyle lo mettiamo in classifica?”
“Perché? É italiano?”

La recensione potrebbe chiudersi qui, ma – nonostante Stanis La Rochelle la pensi al contrario – pare che non sembrare italiani non sia l’unico requisito fondamentale di un buon album.
L’altra caratteristica “fondamentale” di questi tempi è essere post, anche se come diceva Lindo: “qualcuno ha il post senza essere mai stato niente”.
Kyle (Michele Alessi), invece, è post un po’ di tutto. La sua è una carriera di grandissimo livello, nonostante i gruppi in cui ha militato non abbiano mai riscosso una fama planeratia. Vinsent, Distape, ma soprattutto Captain Quentin e Maisie. Se finora dimostra grandi doti tecniche e compositive, con il progetto solista Kyle dimostra anche grandi abilità cantautoriali.
Il genere principale su cui si svolge l’album è chiaramente il folk, ma ogni brano svolazza su vari generi: c’è il rock quando serve, può esserci qualche tratto punk se è il caso, qualche spruzzata di retro-pop, ma quasi come se i generi non contassero nulla. Piuttosto ci sono vari musicisti e vari strumenti, ce ne sono un’infinità, tanto che a tratti il sound esplode in ritornelli quasi orchestrali in cui ogni strumento si colloca nello spazio che gli appartiene per diritto e completa l’atmosfera di un’opera che non è musicale, ma sentimentale.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close