Menu

Recensioni

Why Not Loser – 4 Mistakes

2011 - No Loser Records
punk/pop

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. I decide my age
2. Like all
3. Intention
4. No more
5. Loser
6. Happy song
7. My list
8. Easy
9. Someday
10. Nothin’

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Dieci tracce di pop-punk orecchiabile e perfetto per un weekend al college, tra teenager in piscina e divertimento. Ecco come suona il nuovo album dei Why Not Loser, band Trevigiana attiva dal 2008 che ha già qualche lavoro all’attivo e diverse date in giro per l’Italia e negli stati confinanti.

“4 Mistakes” non nasconde le sue influenze tipiche del pop-punk di stampo californiano, in particolare quello dei Blink 182 ma anche All Time Low e Chunk! No Captain Chunk!, che negli ultimi anni sono state strizzate come una spugna fino a tirare fuori anche l’ultima goccia di originalità. In questo disco, infatti, di nuovo non troviamo niente, ma ciò che c’è è fatto bene e questo rende merito a questa band.
Il disco si apre con “I Decide My age”, tipica canzone su cui saltare a ritmo di batteria mentre le voci danno un buon supporto alla musica. “Like All” prende toni più duri per poi ricredersi nel ritornello e viaggiare su linee più catchy, così come “Intention” che finalmente usufruisce dei coretti che fanno tanto pop-punk. “Loser” è la canzone che più si avvicina ad uno stile allegro e scanzonato, lo da a vedere tutta la canzone ma in particolare il ritornello che, immaginato in un live, esprime tutto il suo potenziale. Da citare anche “Happy Song” con le sue melodie più veloci, anche se curata un po’ di più avrebbe reso meglio, e “Someday”, che è un po’ la ballad del disco.

Sicuramente niente di nuovo sotto il sole, ma era inevitabile dato che questo genere è stato sfruttato talmente tanto che l’originalità non è certo di casa, ma “4 Mistakes” suona molto bene. Si capisce che c’è anche una cura nella registrazione e nel mixaggio, entrambi studiati per dare la maggior evidenza possibile allo stile spensierato ed orecchiabile, che è la caratteristica principale di queste canzoni.
Per chi ama le band che ho citato a metà recensione farà sicuramente piacere avere tra le mani un disco come questo.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=OPl-LLtJszc[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close