Menu

Recensioni

Management Del Dolore Post Operatorio – Auff!!

2012 - MArteLabel
indie/punk/wave

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Pornobisogno
2. Auff!!
3. Marilyn Monroe
4. Signor poliziotto
5. Amore Borghese
6. Norman
7. Irreversibile
8. Macedonia
9. Nei palazzi
10. Il numero otto

Web

Sito Ufficiale
Facebook

In principio fu “Mestruazioni” (2009), promettente esordio indie-rock a nome Management Del Dolore Post-Operatorio. Ora è la volta di “Auff!!”, bizzarro titolo per questa band molto sui generis, affetta da varie nevrosi ossessivo-compulsive, e disordini post-traumatici, causati certamente dagli ultimi spasimi di questo nostro piccolo mondo malato.

“Auff!!” Non propone nessuna cura risolutiva, bensì un’analisi sarcastica, brillante e ricca di spunti, sulle miserie e le sbracature dell’italietta contemporanea. Necessaria e indispensabile, a questo scopo, l’abrasiva carezza ereditata dal punk, che, corredata al bisogno da crossover funky e disco wave, interpreta alla perfezione il suo ruolo di entità musical-profetica, e pure poetica, post-modernista.
Il quartetto di Lanciano, forte di un background artistico che suggerisce ampi orizzonti (da Faith No More a Marlene Kuntz, passando per Jane’s Addiction e Teatro Degli Orrori) resetta le nostre sinapsi e papille gustative, con un lotto di dieci brani, alquanto eterogenei e scombussolanti.
L’impasto sonoro del Management vede in prima linea la voce chiara di Luca Romagnoli, un Farrell nostrano, devoto tanto a Majakovskij quanto a Bukowski, che canta testi abbaglianti di ardite metafore e brillante ironia, e lo fa con il lucido intento di gettare una luce impietosa sull’imbarazzante volgarità (“Pornobisogno”, “Marilyn Monroe”), su pregiudiziali status quo (“Norman”, “Irreversibile”) e, in ultima analisi, sui facili slogan propagandistici a cui tutto sembra finire per essere ricondotto.
A livello strumentale, le musiche composte da Marco Di Nardo (chitarre, synth, cori) propongono strutture semplici e d’impatto, ben valorizzate dal lavoro al desk produttivo di Manuele Fusaroli. Da segnalare anche l’ospitata illustre di Emiliano Audisio (Linea 77) voce in “Amore Borghese” e di Alessandra Zizza (“Nei Palazzi”).

“Auff!!” È quindi un ascolto interessante e ricco di spunti di riflessione, per certi versi ancora limitato da una a volte eccessiva esuberanza interpretativa. Lo spazio per un ulteriore crescita e affinamento c’è, soprattutto per quanto riguarda la profondità e la varietà degli arrangiamenti, ma la sostanza del discorso artistico è ben più che discreta. Avanti tutti, col Management Del Dolore Post-Operatorio.
Auff!!

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=m9VHhKenugs[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close