Menu

Sostieni La Musica

Sostieni La Musica #2: Bologna Violenta, The Walrus, Arsenico

Devolvi il tuo 8 per mille ai partigiani del grin-pop-core.
Con il tuo sostegno contribuirai a salvare la musica di qualità e impedirai a Emma Marrone di scalare le classifiche del tuo iPod.
Emma Marrone ha già scalato le classifiche del tuo iPod e non sai cosa fare?
Acquista un album a distanza. Riceverai l’album acquistato comprensivo di un magico repellente che toglierà Emma Marrone dai maroni e ne impedirà il ripresentarsi.
E soprattutto ricordati che se acquisterai l’album entro i prossimi minuti, riceverai in omaggio il piacere di avere acquistato l’album che hai acquistato.

Approfittane ora!

Bologna Violenta – Utopie E Piccole Soddisfazioni (Wallace Records, 2012)
Ormai la formula di Nicola Manzan si sta mostrando in continua e profonda trasformazione. Chi si ferma al semplice aspetto ritmico e stilistico del Grind rinuncia a un’analisi ben più interessante e produttiva. Non abbiamo di fronte un caos dada, un semplice effluvio ormonale autoerotico, ma un atto controllato, maniacale e violento, mentalmente deviato, ma usato per creare forme nuove precise.

Recensione: http://www.impattosonoro.it/2012/02/07/recensioni/bologna-violenta-utopie-e-piccole-soddisfazioni/

Come si acquista: con 10 € direttamente dal bandcamp ufficiale di Bologna Violenta http://bolognaviolenta.bandcamp.com/releases
Ulteriori informazioni sul sito ufficiale www.bolognaviolenta.com

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=wWBdL3W67M8[/youtube]

The Walrus – Hanno Ucciso Un Robot (Garrincha Dischi, 2012)
Srivere musica pop è una cosa delicata: è tutta una questione di dosi, di puntuali trovate per rendere indimenticabili melodie altrimenti banali, di scegliere le parole giuste al momento giusto dimostrando un senso della misura degno di un equilibrista che gioca e vince con testi, musica e arrangiamenti. Sulla base di questo vademecum ci vuole poi il colpo di genio, quel gradino gigantesco da scalare per scombussolare tutta la situazione musicale e renderla non solo degnamente ascoltabile ma irresistibilmente ripetibile, più e più volte. The Walrus, ennesimo colpaccio della formidabile Garrincha Dischi, a quel gradino ci sono praticamente in cima. Leggeri, convincenti e divertenti, i quattro livornesi sembrano saper maneggiare con la cura e la sicurezza dei veterani un ventaglio potenzialmente infinito di soluzioni stilistiche, sonorità e sfumature: forse è questo il segreto per scrivere ottima musica e i The Walrus, ne siamo certi, hanno il talento, l’intelligenza e la sensibilità necessari per comprenderlo alla perfezione e spalancare le porte della nuova canzone pop italiana.

Recensione: http://www.impattosonoro.it/2012/01/27/recensioni/the-walrus-hanno-ucciso-un-robot/

Come si acquista: con 12 € direttamente dal sito ufficiale della Garrincha Dischi: http://www.garrinchadischi.it/shop-item/the-walrus-hanno-ucciso-un-robot/

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=dgDP80G_Pu4[/youtube]

Arsenico – É Questo Che Siamo (La Voce Del Gregge, 2012)
Dopo undici anni da “Nottide” e quattro da “Esistono distanze” tornano sulla scena gli Arsenico, uno dei gruppi rock più interessanti del panorama Torinese. “E’ questo che siamo” è il nome del nuovo disco che viene prodotto da La voce del gregge per le edizioni New Label Model: un rock molto versatile che vi butterà in un velocissimo vortice fatto di emozioni, rabbia e storie di vita perse nel grigiore delle città.

Recensione: http://www.impattosonoro.it/2012/02/14/recensioni/arsenico-e-questo-che-siamo/

Come si acquista: per tutte le info contattare press@lavocedelgregge.org.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=SSNlzxSJZZ0[/youtube]

pop/rock

Tracklist

      1. Macchina Volante
      2. Così Diverso
      3. Specchio
      4. Sogno
      5. Signorina Delirio
      6. Ma Hollywood Non Imparerà Mai
      7. Shirley Temple
      8. Dai Con La Vita
      9. Lento Erotico
      10. Il Tipo Giusto
      11. Non Puoi Fare Finta

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Srivere musica pop è una cosa delicata: è tutta una questione di dosi, di puntuali trovate per rendere indimenticabili melodie altrimenti banali, di scegliere le parole giuste al momento giusto dimostrando un senso della misura degno di un equilibrista che gioca e vince con testi, musica e arrangiamenti. Sulla base di questo vademecum ci vuole poi il colpo di genio, quel gradino gigantesco da scalare per scombussolare tutta la situazione musicale e renderla non solo degnamente ascoltabile ma irresistibilmente ripetibile, più e più volte.

The Walrus, ennesimo colpaccio della formidabile Garrincha Dischi, a quel gradino ci sono praticamente in cima.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Articoli correlati

Close