Reportage

NOBRAINO – Circolo degli Artisti, Roma, 9 marzo 2012

NOBRAINO SOLD OUT: RECORD DEL MONDO AL CIRCOLO DEGLI ARTISTI

Già all’ingresso del Circolo degli Artisti si iniziano a sentire voci deluse e scontente che lasciano respirare un’aria d’attesa: il concerto è sold-out. Molta gente attende in coda che si liberino i posti riservati agli addetti-stampa: tutti si accalcano per mettere il proprio nome in lista e per veder crescere la speranza di non doversene tornare a casa.

Il concerto inizia alle 22.30: i Nobraino arrivano sul palco meno teatrali del solito, privi dei loro costumi di scena, a causa di un furto subito la sera prima. Lo spettacolo non ne risentirà molto.
Chi si aspetta un concerto all’insegna dei grandi successi dei Nobraino resterà deluso: è il nuovo album della band “Disco d’oro” il protagonista indiscusso della scena.
Si parte con Nottambula ed è già una sorpresa: qualcuno la canticchia nonostante l’album sia uscito nella stessa data della prima del tour nella cornice romana. Segue tutta d’un fiato Cani e porci.
Il pubblico inizia a chiedere i successi della band e Kruger li zittisce accontentandoli: El Parentado e Ragioniere Nucleare.
Torna “Disco d’oro” con l’intensa Il Minotauro, le richieste tacciono e il pubblico si lascia andare alla melodia toccante del brano.
È la volta del Record del Mondo e di Tradimentuz, brani in perfetto stile Nobraino che coinvolgono il pubblico in un clima danzereccio che surriscalda gli animi di tutti.
Il carisma di Lorenzo trapela in ogni attimo del concerto, dalle sue espressioni, dai suoi gesti, dal suo modo di tenere il palco e di fare musica.
Le parole stanno a zero e la musica continua con Cesso di Vivere, Quella lì e Bademeister, la storia del bagnino.
Cecilia e Western Bossa precedono un altro brano del nuovo lavoro Il Mangiabandiere nella quale oltre al sound folk emerge l’arguta ironia che contraddistingue il cantautorato di Lorenzo Kruger.
Spazio a Film Muto, un brano che nell’esecuzione live risuona con più intensità rispetto alla versione realizzata in studio. La folla è ammaliata dai brani del nuovo disco e ne vuole ancora.
Arriva Bunker, aperta dalle sue cupe note di basso e dalla tromba di David e dalla voce di Lorenzo che si adagia sulle note con un caldo parlato.

I Nobraino lasciano il palco: passano alcuni minuti e rientrano sotto le urla di approvazione del Circolo degli Artisti al gran completo.
Il bis è tutto per i grandi successi: si inizia con Narcisisti Misti, si continua con La giacca di Ernesto, Le tre SorelleBifolco, Lorenzo si da completamente in pasto al pubblico, canta e balla in mezzo a loro e poi si ritrova sul bancone del bar che diventa per lui un secondo palco. La serata si conclude con I signori della Corte: “se l’unico modo per fare è fare sul serio” i Nobraino ci stanno riuscendo!

a cura di Azzurra Funari

Immagine anteprima YouTube

Articoli correlati

No related posts.

News