Menu

[Photo-Reportage]: DEROZER – Latte Più, Brescia, 17 marzo 2012

Negli ultimi anni una domanda continuava a girare per il web: perché non tornano sul palco i Derozer?
Bene, per la gioia dei più “anziani” e anche per quella generazione che li ha conosciuti solo grazie a youtube e al web, questa sera al Latte Più Live di Brescia va in onda la prima data del tour dei Derozer, che vanno ad aggiungersi a Moravagine, Shandon e altre band internazionali che hanno deciso di riformare la loro intesa sul palco, e che sottolineano ancora una volta come il 2011/2012 sia decisamente l’anno delle reunion.

La serata è, ovviamente, una delle più attese della stagione per gli amanti del punk rock Italiano, e si nota dall’incredibile folla che si assiepa dentro e fuori il Latte Più, il quale ha raggiunto la sua capienza massima già nelle prime ore dell’apertura e stasera registra il sold out. Di supporto ai Derozer questa sera ci saranno i Riccobellis, band clone dei Ramones dalla zona di Brescia, e i Duracel che hanno recentemente fatto sapere dalla loro pagina facebook di essere stati scelti come supporter ufficiali per l’intero tour. Proprio durante i Duracel si capisce come questa non sarà una serata come le altre: il pubblico si è già riversato nel locale cercando di raggiungere le prime file e riempiendolo in ogni ordine di posto, creando non poche difficoltà a chi vuole avvicinarsi il più possibile al palco. I Duracel possono contare su una folta schiera di fan che si sono guadagnati negli ultimi anni, grazie a dei pezzi e dei dischi interessanti che hanno subito fatto colpo sul pubblico che partecipa sempre numeroso ai loro live, come del resto accade anche questa sera. La band suona per un’ora sfornando il loro repertorio e le loro canzoni più famose, nonché quelle più amate dai ragazzi, che dimostrano il loro gradimento affollando la sala e partecipando al pogo che ogni tanto si viene a creare. Se ancora ci fosse qualche dubbio sulla resa dal vivo di questi ragazzi Veneti, chi ha assistito al loro show ha potuto sfatare ogni incertezza. Dopo una ventina di minuti necessari al cambio palco, le luci si spengono e il fumo fa da contorno all’entrata in scena dei Derozer, sul palco dopo diversi anni di assenza. Dopo i saluti lo show inizia con “Cuore Brucia” che fa subito impazzire i ragazzi presenti, che iniziano a pogare senza sosta e a fare a gara per salire sul palco con i loro beniamini. La scaletta prosegue con la bellissima “Chiusi Dentro” per poi passare a “Mondo Perfetto”, “144”, “Suzy”, “Black Out”, “La Nuvola” e “Nuova Generazione”. Siamo solo all’ottavo pezzo e i Derozer dimostrano, nonostante la lunga mancanza dal palco, di aver ancora fiato ed affinità per poter esaltare i kids che sono venuti davvero da ogni parte d’Italia, come tiene a sottolineare Seby durante lo spettacolo, davvero sorpreso nel vedere quante persone abbiano voluto esserci per la loro prima data assoluta del nuovo tour. In scaletta troviamo tra le altre “Cielo Nero”, “Canzone Ska”, “Psicopatico”, “Bar”, “Fedeli Alla Tribù” e “No Surf”, ma la band ha deciso di tenersi per ultimi i pezzi migliori – e forse quelli un po’ più attesi – infatti, a chiusura della serata, la band vicentina tira fuori il coniglio dal cappello suonando pezzi come “Straniero”, “Mururoa”, “Alla Nostra Età” e l’immancabile “Branca Day”, ormai suonata davvero da chiunque nel corso degli ultimi anni perché, forse, la più amata dai fan.

Dopo venticinque pezzi che hanno scandito il loro atteso ritorno, i Derozer si congedano e lasciano spazio all’adrenalina, che di sicuro non è calata nemmeno nei giorni successivi e siamo certi che questo si ripeterà anche nelle loro prossime date.

a cura di Mairo Cinquetti

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Close