Menu

Recensioni

El Thule – Zenit

2012 - Go Down Records
heavy/stoner/rock

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. pulsar
2. omega centauri
3. nova muscae
4. le fiamme di tharsis
5. quaoar
6. phobos
7. deimos
8. sedna
9. nemesis
10. la nube di oort
11. sul monte maat
12. titano

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Le mitragliate secche di chitarra-batteria che aprono le ostilità in Pulsar sgombrano il campo da ogni tipo di dubbio: El Thule è una mastodontica creatura macina riff che, dopo dieci anni di attività, è ben conscia delle proprie potenzialità e, con il cazzo ben duro ed un livello testosteronico che neanche il miglior Siffredi d’annata, è ben intenzionata a prendersi lo scettro di miglior band heavy rock della penisola.

Orfani del bassista El Comandante e ridotti ad un power duo (Andrea “Mr Action” e Gweedo Weedo) i nostri azzannano repentinamente alla giugulare l’incauto ascoltatore, non lasciando il tempo di riprendere fiato: complice una produzione superpotente e realmente bombastica (complimenti!) che ascoltandolo vi farà sfoderare la vostra migliore air guitar, Zenit mette in fila 12 composizioni che miscelano U.S. Stoner dritto ma al contempo dinamicamente scaltro con il nuovo sentire dell’heavy metal moderno proprio di acts come High On Fire, Orange Goblin e Kylesa. Le liquidità psichedeliche sono ridotte al lumicino, lasciando il campo libero ad uno spiegamento di fuochi incrociati dove è la violenza sonica (stemperata però da un cantato sempre asciutto e melodico) a farla da padrone. Il passaggio alla lingua italiana è ulteriore dimostrazione di come si possa suonare pesanti e compatti senza perdere un’oncia in credibilità; passaggi intricati ad un passo dal prog, ruvidezze assortite e pastosità quasi sludge, una tecnica sopraffina che è sempre però ben focalizzata sulla valorizzazione della forma canzone e non si perde quindi in inutili prolissità (i brani superano raramente i 3-4 minuti) fanno di questo lavoro un ottimo lasciapassare per live che si auspicano infuocati ed intensi.

Bentornati.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=HItfFYAXQWM[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni