Menu

Recensioni

General Surgery – A Collection of Depravation

2012 - Relapse
grindcore

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Pre-Bisectal Corrosive Immersion
2. Lab Rat
3. Mortuary Wars
4. Cauterization Frenzy
5. Reception Of Cadavers
6. Decomposer
7. Convivial Corpse Disposal Methodology
8. Foetal Mush (Xysma cover)
9. Unruly Dissection Marathon
10. Scalpel Infestation
11. Fully-Mechanized Corpse Thresher
12. The League Of Extraordinary Grave Robbers
13. Necrodecontamination
14. Forensic Farce
15. Viva! Blunt Force Trauma
16. Cold Storage Fever
17. Fulguration
18. Autopsy Induced Amnesia
19. The Day Man Lost (Carnage cover)
20. Deadhouse
21. Decedent Scarification Aesthetics
22. Idle Teratoma Core
23. Restrained Remains
24. Maggots In Your Coffin (Repulsion cover)
25. Carbonic Residue Conversion
26. Nephroblastoma
27. Excessive Corpus Delicti
28. Pre-Bisectal Corrosive Immersion (2008 version)
29. Lab Rat (2008 version)
30. Empathological Necroticism (Carcass cover)

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Questa recensione sarà breve e concisa, d’altronde non potrebbe essere altrimenti vista la proposta musicale del gruppo svedese.

Nata nel 1990 e debitrice dei Carcass pre ”Heartwork”, dopo l’uscita di quella piccola gemma a nome “Necrology”, la band si sciolse e rimase inattiva per una decina d’anni, per poi riformarsi e sfornare, oltre a due ottimi dischi in studio, una serie di split e partecipazioni a compilations varie (prima su tutte il tributo al gruppo di Bill Steer & Co).
Questa nuova uscita Relapse ha infatti l’intento di raccogliere (escluso l’ep d’esordio che ha subito una ristampa a sé stante) quasi tutte le tracce non presenti nei due full-lenght pubblicati sotto Listenable Rec.
Premettiamo una cosa: per quanto derivativo, quello suonato dai General Surgery rappresenta soprattuto all’inizio una rilettura “svedese” e se vogliamo personale del grindcore britannico, questo grazie ai suoni tipici del death-metal e al fatto che tra le fila del gruppo siano passati musicisti di gruppi come Dismember, Afflicted, Nasum, Repugnant e Jigsore Terror.
Le prime sette tracce tratte dal disco con i County Medical Examiners sono rasoiate grind che non superano mai i due minuti di durata e, a parte la lunga “Convival Corpose Disposal Methodology” totalmente devota alle strutture più complesse e tecniche di “Necroticism”, rielaborano a piene mani il suono di “Reek Of Putrefaction” della seminale band inglese.
Seguono poi gli split con Filth e Machetazo, alcuni brani inediti, versioni demo e due cover: “Maggots In Your Coffin” dei Repulsion ed “Empathological Necroticism” dei Carcass tratte dai rispettivi tributi.
Tutto questo, come ogni raccolta, certamente non rappresenta nulla di nuovo sotto il sole, ma per gli appassionati come me di questo suono, difficilmente si rimarrà delusi data l’estrema perizia della band nel creare un giusto mix di groove, velocità e violenza.

Quindi se non potete fare a meno di sale operatorie, testi di anatomia, cadaveri e sapete ormai a memoria i dischi dei Carcass, entrate nel reparto di chirurgia generale e sicuramente questi svedesi sapranno darvi grandi soddisfazioni!

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=NVhW0h2Ald0[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close