Menu

MARLENE KUNTZ – Hiroshima Mon Amour, Torino, 25 maggio 2012

“Godano è diventato buono”: con tono un po’ rammaricato facevamo questa battuta venerdì sera, al live dei Marlene Kuntz all’Hiroshima mon amour, a Torino.
I concerti a cui avevo assistito fino ad ora si erano contraddistinti per la rabbia e la durezza senza appello con cui il leader del gruppo cuneese riempiva il palco e anche se quella che facevamo era una battuta, esageravamo la sensazione di vuoto che lasciavano alcuni arrangiamenti ricercati, meno tormentati, che hanno tolto profondità ad alcuni pezzi.
Posso portare come esempio Lieve, che proposta senza gli affondi di chitarra perde la carica rancorosa del testo.
Il nostro rimaneva un “rammarico a metà”, poiché quello che gli arrangiamenti acustici e meno graffianti hanno voluto levigare, lo ha tagliato a spigolo vivo la voce di Godano, che restituisce il tormento dei testi.
La prima parte del live è ricca di questi momenti di rilettura, cifra dell’ultimo Canzoni per un figlio, a cui forse mi devo abituare.
I brani erano inframezzati da brevi pezzi recitati da una voce fuori campo, probabilmente dei messaggi inviati a quel figlio che fa da tema conduttore dell’ultimo lavoro.
La band non si è certo risparmiata: ha suonato più di due ore, rientrando sul palco per un sostanzioso bis, tanto da sembrare una vera a propria seconda parte dello spettacolo. Una seconda parte che abbandonava la ricerca stilistica proposta dal prima sessione e che ha restituito al pubblico i Marlene Kuntz di cui non ci stancheremo mai.
Hanno dato via si bis con la cover di Impressioni di settembre, un omaggio alla PFM, riproposto con maestria.
Richiamati per la terza volta, la band ha voluto farci ascoltare la loro Il partigiano, presentata sul palco di Cuneo il 25 aprile: una versione intensa della canzone sulla Resistenza.
Non li abbiamo lasciati andare senza Sonica, deflagrata in finale a suggellare un bellissimo spettacolo, in cui il gruppo si è esibito nella sua veste più matura.

a cura di Silvia Bello

Scaletta:

Canzone per un figlio
Trasudamenrica
Un piacere speciale
Canzone ecologica
Pensa
Stato d’animo
Ti giro intorno
A fior di pelle
Io e me
Bellezza
Lieve
Canzone in prigione
Serrande alzate
Grazie

Impressioni di settembre
L’abitudine
Un sollievo
1° 2° 3°
Festa mesta
Musa

Ineluttabile
Cara è la fine
Il partigiano
Sonica

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=Ma9Ce8waOTs[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Close