Liars – WIXIW

Liars – WIXIW
2012 - Mute Records
avant/pop/rock

Tracklist

    1. The Exact Colour of Doubt
    2. Octagon
    3. No.1 Against the Rush
    4. A Ring On Every Finger
    5. Ill Valley Prodigies
    6. WIXIW
    7. His and Mine Sensations
    8. Flood To Flood
    9. Who Is the Hunter
    10. Brats
    11. Annual Moon Words

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Liars. Liars Liars Liars. Da un blocco industriale abbandonato della periferia di Los Angeles parte un cammino, un pellegrinaggio, visionario ma allo stesso tempo incredibilmente lucido, che una volta concluso ti lascia sbalordito.

Perché in WIXIW (Mute Records) c’è qualsiasi cosa tu voglia ascoltare, è una spiaggia, una lunga notte attorno a un falò da cui non stacchi gli occhi di dosso. Sei dischi, undici anni di carriera e ancora, come le altre volte, i bugiardi riescono in appena quaranta minuti a esagerare, a stupirti, a invaderti completamente. È un disco sperimentale dove le contaminazioni elettroniche neanche si contano e in cui puoi trovare sia gli esordi dei Deerhunter sia la Svizzera di Pantha du Prince. La voce onirica di Angus Andrew accompagna un filo di basso in The Exact Colour Of Doubt, brano che si perde nell’etere della psichedelia, così come Brats e Who Is The Hunter assieme alle cui note si partecipa alle prime e alle ultime ore di un’esclusiva dance hall. No. 1 Against The Rush, primo singolo estratto dall’album, è quasi ipnotica, mentre se proprio non volete ascoltare dell’originale e contaminato rock nascondetevi da Flood To Flood.

Con Ill Valley Prodigies si scava nei primordi dell’ambient e farebbe invidia persino ai geniali Jonsi & Alex. I Liars sono mistici, cupi, complessi, e nel percorrere il loro caos sono incredibilmente bravi.

Focus on: Brats, The Exact Colour Of Doubt, Flood To Flood.

Immagine anteprima YouTube

Altre Recensioni

No related posts.

News