Photo Reportage

Speciale SOLOMACELLO FEST #3: reportage e photo-gallery

Essersi fatti 300 km, tra una giornata lavorativa e l’altra e con questo caldo torbido, ha avuto il suo senso perché il SoloMacello Fest è stata una figata pazzesca. Tra grandi big, piacevoli riscoperte e quintalate di materiale da comprare, la serata al Circolo Magnolia di Segrate è volata via tra una risata e l’altra. A seguito tweet-report, foto e video della serata.

Napalm Death (UK): Macchine da guerra con un pubblico sanguinolento. Gente che volava ovunque. Non si fermavano mai.

Unsane (USA): Precisi e carichi di energia iniziano a muoversi per il palco e lanciare sudore ovunque. Odio e rumore in chiave newyorkese.

Big Business (USA): Iniziano alle 20 e preparano la strada ai gruppi che verranno. Riscaldano il pubblico e la gente inizia ad accorrere in massa.

Squadra Omega: Suonano in contemporanea agli Unsane ed è un peccato perché fanno un gran live. Gruppo da seguire.

Bologna Violenta: Finiti gli Unsane il pubblico si dirige verso Bologna Violenta. Fans caldissimi e Manzan che dirige l’orchestra con enorme passione.

Mombu: Zu + Neo per il solito spettacolo di improvvisazione jazz-core. Un gran piacere per le orecchie.

Gandhi’s Gunn: Buon live per un gruppo che sta prendendo sempre più piede. La scena genovese insegna e porta avanti i suoi frutti migliori.

Johnny Mox: Gioca con la voce e con i suoni e al pubblico piace molto. Deliri finali in compagnia dei Maso. Crazy show.

Dead Neanderthals: Grind-Jazz-Core. Non li conoscevo ma ora che so che esistono seguirò con piacere le loro vicende. Oscuri e enigmatici.

Ornaments: Come al Nofest! hanno costruito una suite strumentale dai sapori dronici. Si stanno consolidando sempre di più.

Rise Above Dead : Post Hc\Sludge per questi ragazzi che hanno infuocato l’outfrog stage. Da poco è uscito il loro nuovo disco.

Tons: Sono tra i gruppi emergenti piemontesi che seguo con più interesse. Suonano presto ma hanno il pubblico che è pronto ad aspettarli. Sludge rulez.

O: Mentre provavo a mangiare la pizza mi muovevo tra un palco e l’altro e visto pure un pezzo di questo show. Interessante.

Grime: Suonano tardissimo, ma grazie alle loro atmosfere cupe e dilatate hanno lasciato molti a bocca aperta.

Maso : I vincitori del contest, fanno una lunga suite strumentale improvvisata che si sviluppa al massimo da metà live in poi. Bravi.

Articoli correlati

No related posts.



News