Menu

Speciale AREZZO WAVE 2012: il meglio (e il peggio) di ogni palco

Che l’Arezzo Wave 2012 non sia stato solo rose e fiori lo si è capito dal nostro reportage.
Tante cose belle, alcune meno, una valanga di esibizioni distribuite su 3 palchi per una manifestazione che, nel bene e nel male, ha letteralmente monopolizzato le attenzioni e le attrazioni di una città intera che, dopo qualche anno di girovagare, ha finalmente potuto riabbracciare un festival simbolo della musica indipendente italiana.
Abbiamo cercato di tirare le somme, ci siamo divertiti a stilare una playlist per ognuno dei palchi dell’Arezzo Wave cercando di raggruppare il meglio e il peggio di tutte le esibizioni.
Godetevele.

Main Stage – I Migliori

Il Teatro Degli Orrori – È Colpa Mia 
Yann Tiersen – Another Stone
Caparezza – Goodbye Malinconia
Nina Zilli – L’Amore È Femmina
Crookers – Hummus
Bandabardò – Il Mago Scaccianuvole
De Wolff – The Pistol

Main Stage – I Peggiori

Erica Mou – Giungla
Batida – Bazuka (Quem me Rousgou?)
Fuel Fandango – Shiny Soul
Magnifico – Giv Mi Mani
‘A67 – Don Raffaè
Caravan Palace – Suzy
Malika Ayane – La Prima Cosa Bella 

Psycho Stage

Il Muro Del Canto – Chi Mistica Mastica
Assalti Frontali – Let’s Go
Bidiel – Abbracciami
Lo Stato Sociale – Abbiamo Vinto La Guerra
Mr. T-Bone & The Young Lions – I Keep Saying No
LN Ripley – Criminal
Honeybird & The Birdies – Shrinking Mind
OfflagaDiscoPax – Respinti All’ Uscio

Bonus track: Donpasta – Food Sound System

Wake Up! Stage

I Buli – I Can’t Do It
Pink Holy Days – Spaceman
Le Origini Della Specie – Il Migliore
Tiger! Shit! Tiger! Tiger! – Whispers
One Way Ticket – Quello Che Resta
The Venkmans – (You Know) It’s Sad But True
Marco Notari – La Terra Senza L’ Uomo
099 – Il Santo Aiuto Di Maria
Edda – Emma
Serpenti – Se Lascio Perdo
Giovanni Lindo Ferretti – Cupe Vampe

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Close