The Pirate Ship Quintet – Rope For No Hopers

The Pirate Ship Quintet – Rope For No Hopers
2012 - Denovali
post/rock

Tracklist

    1.You´re Next
    2.Horse Manifesto
    3.Dennis Many Times
    4.That Girl I Used To Live In
    5.Doldrums

Web

Sito Ufficiale
Facebook

I The Pirate Ship Quintet sono un gruppo musicale, con sede a Bristol, che ha recentemente sfornato Rope For No Hopers, lavoro perso tra atmosfere soffici e vellutati tocchi di chitarra.

Sentire questo disco vuole dire rimanere colpiti dalla delicatezza che pervade ogni singolo particolare. Una donna che culla suo figlio, un ragazzo perso a guardare le stelle o gli occhi luminosi di un sognatore possono essere tutte metafore per descrivere le sensazioni che sono trasmesse all’ascoltatore. Un’invisibile mano che inizia ad accarezzare l’orecchio e trascina tutto in una dimensione fatata, diversa sicuramente dal grigio alienamento metropolitano. Attimi d’irregolarità e luce che sono registrati in un ufficio, durante un corso di falegnameria o in una vecchia chiesa sulle rive del fiume Severn. Luce che non è mai accecante, totalitaria o santa bensì quel flebile bagliore che senza imporre nulla sa guidare verso l’uscita del più infernale girone dantesco. Gli stati d’animo sono in continuo mutamento e cambiano con enorme sobrietà senza ferire l’ascoltatore e ciò avviene anche per le sferzate sonore che il gruppo attua mutando la propria struttura spesso e volentieri. Quando i The Pirate Ship Quintet suonano si ha di fronte ha un blocco marmoreo, dove sono incise parole come psichedelia, Tortoise, post-rock, King Crimson, screamo. Il manifesto di Rope For No Hopers è assolutamente Dennis Many Timens grazie ai suoi viaggi sonori, le urla che si disperdono nella notte e un continuo rincorrersi di note per una traccia che è assolutamente la migliore del disco. Rope For No Hopers, con master ad opera del batterista dei Cult Of Luna, è disponibile in una pregiata edizione digipack CD o nella più limitata edizione vinilistica con supporto di colore nero o oro…tutti i feticisti del vinile sono stati avvertiti.

Queste cinque tracce racchiuse in Rope For No Hopers rappresentano, personalmente, l’uscita più interessante dell’estate e per chi la vive in città, non può altro che essere una miscela di colori, suoni ed emozioni dal sapore atavico. L’amore ai tempi del post-rock.

Immagine anteprima YouTube

Altre Recensioni

No related posts.



News