Menu

Recensioni

Mono – For My Parents

2012 - Temporary Residence
post/orchestral/rock

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Legend
2. Nostalgia
3. Dream Odyssey
4. Unseen Harbor
5. A Quiet Place (Together We Go)

Web

Sito Ufficiale
Facebook

“For My Parents” è tutto lì, in quella foto un po’ increspata che fa da specchio ad un titolo che è già di per sè storia e dichiarazione di intenti: guardare il passato, vivere il presente, pensare il futuro.

Pochi al mondo sanno fare tutto questo, ondeggiare in una dimensione a sè, che come l’amore per i genitori va oltre il semplice concetto di tempo, giocare con un campionario di suoni che in molti definirebbero finito, rinverdendolo con un’abilità unica nel suonare qualcosa di più che semplici canzoni, piuttosto verI tour de force tra le emozioni.
Più sontuosi e romantici che mai, i Mono regalano cinque pezzi lunghi e pazienti, che sono colonna sonora dell’anima ed epica del sogno, cavalcate solitarie tra paesaggi glaciali sospesi in un limbo di vero e immaginario, ora spezzati da esplosioni di chitarra al limite delle lacrime, ora cristallizzati nel gocciolare di archi e violini.
“Legend”
, “Nostalgia”, “Dream Odyssey”, “Unseen Harbor” e “A Quiet Place (Together We Go)” sono scene complementari di un film lungo una vita, che in tutti i suoi momenti impressiona per intensità e colore e che in altre mani scorrerebbe piatto e grigio. In “For My Parents” c’è dentro tutto il surreale fatalismo nipponico nell’accettare ogni sfaccettatura della vita e farne virtù, c’è la voglia di trovare pace e purezza nonostante tutto, c’è la mano sapiente di una band che ancora una volta si rivela in sorprendente stato di grazia.

A tre anni da “Hymn To The Immortal Wind”, i Mono proseguono il percorso completando l’inevitabile fusione tra il rigoroso romanticismo post-rock e l’amore incondizionato per la musica classica. “For My Parents” è l’evoluzione naturale della band di Tokio, ormai consolidatasi a realtà unica e inimitabile in un panorama che in altri mondi fatica a smuoversi.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=usHC-O1BPCM[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close