Menu

Il Venerdì

Il Venerdì Di Impatto Sonoro #97: Nel Blues Dipinto Di Blues

Si colora, e continuerà a colorarsi questa coloratissima rubrica dedicata fondamentalmente al nulla. Perché dopo una settimana e più di fatica, abbiamo bisogno di oziare, parlare di cose di cui parleremmo in un qualsiasi bar sport globale, o seduti su una panchina tra una trentina d’anni, ma più probabilmente anche prima. Oggi si parla di giallo, rosso e blues.


Siamo in missione per conto di Dio.
(Elwood Blues)

Il blues è la musica del diavolo e noi i suoi figli.
(Walter Mosley)

Il blues è uno dei colori dello spettro elettromagnetico percepibili dall’uomo e appartenente quindi allo “spettro del visibile”. Si trova tra il ciano ed il violetto ed ha una lunghezza d’onda di circa 470 nanometri. È uno dei tre colori primari additivi, insieme al giallo ed al rosso. Il suo colore complementare è l’arancione.

John Lee Hooker – Boom Boom
Howlin’ Wolf – Killing Floor
Robert Johnson – Sweet Home Chicago
Koko Taylor – I’m A Woman
Johnny “Guitar” Watson – Space Guitar
B.B. King – Sweet Sixteen
Bob Dylan – Subterranean Homesick Blues
The Ravens – I Don’t Have To Ride No More
Mississipi John Hurt – Salty Dog Blues
Little Walter – Up The Line
Eric Clapton / John Mayall Bluesbreakers – All Your Love
Robert Cray – 24-7 Man
Honkeyfinger – Got This Rage
Bonzo Dog Man – Can Blue Man Sing The Whites
The Jon Spencer Blues Explosion – Bellbottoms
The Chrome Cranks – Lost Time Blues
Bassholes – Microscope Feelings
The Gories – Nitroglycerine
Cheater Slicks – Should I
Muddy Waters – Mississippi Delta Blues
The Gun Club – The Fire Of Love
The Delta 72 – Chicago Hustler
The Rolling Stones – I Got The Blues

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Articoli correlati

Close