Menu

Sono Stanco Delle Uova Al Tegamino

Sono Stanco Delle Uova Al Tegamino #9: Super, di James Gunn

Sei in crisi d’astinenza da serie televisive americane perché ti hanno chiuso Megavideo?
Non ne puoi più di Grandi Fratelli, programmi di cucina e Barbara D’Urso?
Rimpiangi i tempi in cui la Gialappa’s faceva ancora ridere?
Ci pensiamo noi! Abbiamo visto Cose che voi umani non potete nemmeno immaginare e ve le racconteremo. I film più assurdi e stravaganti che possiate immaginare. Le pellicole che non vedrete mai in televisione, su Sky o (a volte) nemmeno in sala. Piccoli, grandi capolavori che non hanno avuto il giusto merito, o cult di genere per fare i fichi con gli amici al bar.
Pensate ancora che ci siano solo i soliti film? Cazzi vostri.

A cura di Fabio Reato.

Che questo 2012 sia l’anno dei fumetti al cinema nessuno può negarlo. Anzi, no! Che questo sia l’anno della rivalsa dei fumetti al cinema è un dato di fatto (incassi a parte). Dopo anni bui, fatti di produzioni mediocri (dal secondo Spiderman a Capitan America, tanto per intenderci), finalmente anche i nerd incalliti (che una volta chiamavano sfigati) hanno avuto la loro rivincita mediatica. Quei tipi un po’ strani che collezionavano comics, possono ora andare al cinema a fare gli espertoni del settore a suon di proclami tipo ‘nel fumetto però non succedeva così’ o ‘però lui(eroe in calzamaglia a caso) non avrebbe mai fatto/detto questo’. Merito indubbiamente di pellicole come il divertentissimo The Avengers o dello straordinario The Dark Knight Rises che hanno dimostrato, con metodi differenti, potenzialità e spessore del fumetto made in USA. Ma i film sui supereroi mascherati sono come le ciambelle: non tutte escono col buco e alcune, talvolta, escono anche quadrate! Super è una di queste!
Datato 2010 (uscito in pochissime sale con un anno di ritardo in Italia), il film non sembra presentare grosse novità all’inizio. Frank (The office, ve lo ricordate?) conduce una vita mediocre e tranquilla, ma quando viene lasciato dalla moglie (la sempre bella Liv Tyler) per un criminale (chissà perché questi ruoli li affidano sempre a Kevin Bacon ?) decide di cucirsi un costume addosso e combattere i soprusi per difendere gli oppressi. Agli esperti del settore può sicuramente ricordare qualche altra pellicola (hai pensato a Kick-ass vero?), ma non lasciatevi ingannare perché qui alla regia (e alla sceneggiatura) c’è un folle: James Gunn. James, classe 1970, si è fatto le ossa scrivendo cult movie per la mitica Troma (tipo Tromeo and Juliet), si è fatto notare per la sceneggiatura brillante del remake di L’alba dei morti viventi e ha divertito i fan dei B-Movie con il suo primo successo Slither. Insomma, James è uno che ne sa di film-boiata, quando il termine boiata diventa piccoli-capolavori-di-nicchia e non ha sicuramente perso il vizietto dello splatter e dell’assurdo. In Super troverete di tutto: un supereroe fatto in casa che si fa chiamare The Crimson Bolt (tradotto in Saetta Purpurea) che picchia i cattivi con una chiave inglese, la versione in clzamaglia di Gesù (The Holy Avengers), il dito di Dio, una aiutante ninfomane e poi spacciatori, prostitute, vecchietti in carrozzina, mitra, lanciarazzi  e tanto, tanto buon comedy splatter. La cosa che rende ancora più esilarante il film è che tutto (tipo mandare in coma uno spacciatore) è visto dal punto di vista di Frank. Quindi per lui ogni azione, anche la più efferata, per lui hanno un senso perché in qualche modo si sente guidato da Dio, perciò nel giusto.
Assurdo, esilarante e a tratti quasi demenziale, trascina lo spettatore fino allo scontro finale dove non si capisce più il limite tra presa in giro al clichè dell’eroe buono, retorica melense o seriosità di contenuti. Perché nel mondo di Frank tutto sembra quadrare, peccato che a quadrare con il mondo non sia lui.
Super divertirà moltissimo perché sa prendersi gioco di tantissimi luoghi comuni sui supereroi, ma lo fa in un modo tutto suo. Ma soprattutto una cosa: dopo Super non avrete più il coraggio di saltare le file al cinema!

a cura di Fabio Reato

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=akGRA1wn6u0[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Articoli correlati

Close