Menu

SPOEK MATHAMBO: il 29 settembre a Bologna l’unica data in Italia

Spoek Mathambo ha il suono e la creatività degli ex-ghetti dell’Apartheid, le township del Sudafrica segregazionista (è nato infatti a Soweto, la ‘South Western Township’ di Johannesburg), portando con sé il gusto pop di città come Lagos, Kinshasa e Dakar.
Grazie alla sua esperienza di designer e visual artist, testi, video e musiche sono una perfetta incarnazione di township music, horror nigeriani, afro-futurismo, kwaito e quel gusto per i party che Johannesburg ha sviluppato negli anni ottanta, quando in pieno regime queste feste facevano ballare insieme bianchi e neri.
Dopo le collaborazioni con artisti elettronici come Djedjotronic, Playdoe, Schlachthofbronx e la sua compagna Gnucci Banana, con il debutto del 2010 ‘Mshini Wan’ (BBE Records), ha scelto di usare anche basso, chitarre e batteria, e rifare a suo modo She’s Lost Control dei Joy Division.
Ora, il nuovo lavoro” Father Creepe”r (uscito in primavera per SUB POP, etichetta di Seattle che ha pubblicato dai Nirvana ai Beach House), e il live che lo presenta, continuano questo stile essenziale ma sovraccarico, tenuto insieme da una personale visione di quel che può fare il pop africano oggi, raccogliendo paure e idee da tutto il continente, da urlare e ballare, come degli Outkast nati a Soweto!
Spoek Mathambo si esibirà il prossimo sabato 29 Settembre al Locomotiv Club (Bologna).

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=UKfwSFI8LhQ[/youtube]

 

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Close