Menu

Recensioni

Keiki – Popcorn From The Grave

2012 - Cheap Satanism
pop/electro/indie

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Hiroshima - Nagasaki
2. The Killing Cure
3. Stab You
4. Headless Girl
5. Brussels - Moscow
6. Hotel Saint Amour
7. Pies & Popcorn
8. Deformed Bodies
9. Full Body Wolf
10. Her Being Sick
11. Stains
12. Us vs the Pharmaceutical Industry

Web

Sito Ufficiale
Facebook

I Keiki si autodefiniscono una “satanic-pop band”, ma più che frusta e tridente sembra che il particolare duo belga si trovi più a suo agio con distorsioni elettriche e programmazioni di drum machine.
”Popcorn from the grave” è il loro terzo album e, sebbene il lavoro si riveli più carico e definito rispetto ai precedenti, i Keiki non riescono ancora a convincere del tutto.
Il sound gronda di atmosfere cupe e l’humor nero dei testi la fa da padrone (temi preferiti la pazzia e la morte, anche se il tentativo più o meno velato è quello di sdrammatizzare): le parti melodiche ondeggiano tra grezze derive indie-punk e tentazioni elettro-pop, lasciando un retrogusto dolciastro che però non riesce a coinvolgere come dovrebbe.
Pare che i Keiki non ne vogliano proprio sapere di prendersi troppo sul serio, l’impressione è che il progetto musicale non possieda ancora dei contorni ben definiti, e che le singole tracce risultino troppo fini a se stesse per poter essere considerate alla stregua di un intero album.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=eCjjx8_PuAk[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close