Menu

Il Venerdì

Il Venerdì di ImpattoSonoro #100: Maya dire Maya: l’ultimo venerdì, il primo tributo

Muore, e continuerà a morire questa immortale rubrica dedicata fondamentalmente al nulla. Perché dopo una settimana e più di fatica, abbiamo bisogno di oziare, parlare di cose di cui parleremmo in un qualsiasi bar sport globale, o seduti su una panchina tra una trentina d’anni, ma più probabilmente anche prima. Oggi si parla di fine del mondo e fine dei venerdì.

Sono passati CENTO venerdì da quando abbiamo dato vita a questa rubrica settimanale. Il Venerdì di Impatto Sonoro si é occupato un po’ di tutto durante questi due anni di programmazione. Filo conduttore di questa disorganizzata rubrica é stato il cazzeggio, quasi un “venerdi del villaggio globale” con cui iniziare a pregustare l’arrivo del weekend. Da Leopardi a noi il passo é breve.
Due anni sono tanti e inventarsi una cazzata diversa ogni settimana é un impegno difficile anche per dei cazzari come noi. Quindi abbiamo deciso di porre fine alla vita di questa rubrica, prima che l’imminente arrivo della fine del mondo ci rubi questo piacere: é una nostra creatura e ci siamo conquistati il diritto di ucciderla.
Ci saranno sicuramente nuove rubriche, probabilmente mensili, che sostituiranno questa pesante assenza.
Ci saranno progetti nuovi, nuove tematiche, ma non ci sarà più questo appuntamento settimanale che ci accompagna ormai dal 6% della nostra vita.
Prima dell’apocalisse arriverà anche un tributo a cui lavoriamo da quasi un anno. Alcuni di voi lo sanno, altri lo hanno capito, alcuni non lo capiranno neanche dopo che diremo qual é la band a cui abbiamo dedicato questo tributo. Alcuni decideranno di fermarsi qui perché non gliene fotte niente di sapere che stiamo facendo un tributo ai Laghetto.
Ecco, lo abbiamo svelato e adesso lo sanno anche quelle persone che non volevano saperlo e che ci malediranno per aver riempito il loro cervello con questa informazione inutile.

Ci scusiamo con loro.

Davvero.

Per quelli che sono arrivati a leggere fin qui e che non vedono l’ora di sapere quali sono le band coinvolte in questo mastodontico progetto, sappiate che non le sveleremo. Non oggi almeno. Presto, probabilmente. Ma non oggi. Oggi no.

Vabbene ve ne diciamo solo una: i Radiohead faranno una cover di Uomo Pera.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Articoli correlati

Close