Menu

Interviste

Intervista agli INTERIORA

Gli Interiòra  hanno dato vita a un EP, “Tra Gli Alberi e Gli Dei” (clicca qui per la nostra recensione), che illumina quello che il nero spesso confonde, sfiora le corde del cuore e rimane impresso come un marchio. Una partenza con il botto. Incuriositi siamo andati a conoscerli e abbiamo intervistato Simone De Vita.

A cura di Fabio La Donna.

Recentemente è uscito il vostro primo EP che in un batter d’occhio è stato scaricato più di 500 volte. Siete soddisfatti del risultato? Come promuoverete Tra gli alberi e gli dei?
Siamo felicissimi, abbiamo il cuore sprizzante di gioia…vogliamo ringraziare ogni singola persona per aver scaricato il nostro ep, per averlo ascoltato e per averlo commentato positivamente o negativamente. È un risultato splendido per noi, sapere di esser arrivati a così tante persone ci fa venire i brividi! Siamo molto soddisfatti di questo nostro primo EP perchè Davide Donvito ha saputo catturare perfettamente lo spirito Interiòra: esattamente quello che siamo, nè più nè meno di quello che puoi “sentire/vedere” durante i nostri live. Continueremo a riproporlo in sede live aggiungendo data dopo data dei nuovi brani, per giungere poi alla realizzazione del nostro primo CD vero e proprio.

Sempre più gruppi, come anche voi, scelgono di distribuire il loro lavori in free digital download. Pensate che sia solo una moda del momento(come fu per myspace, soundcloud, ecc) oppure è l’unico modo per sopravvivere alla crisi culturale ed economica?
Abbiamo scelto la via del download digitale perchè ci sembrava il metodo più semplice e diretto per arrivare al futuro ascoltatore,gratuitamente, perché la nostra musica nasce gratuitamente.

Il packaging del vostro EP è molto particolare e personalizzato. Tra le first release di EP autoprodotti è tra i più “corposi”. Come mai questa scelta?
Grazie mille per l’apprezzamento, per quanto riguarda il packaging del nostro cd abbiamo deciso di utilizzare elementi del “nostro” boschetto per avvolgere maggiormente l’ascoltatore e trasportarlo così all’interno del nostro mondo e della nostra avventura interiore: https://fbcdn-sphotos-c-a.akamaihd.net/hphotos-ak-ash3/552557_414789765249635_771599102_n.jpg

Dal vivo presenterete due nuovi brani. Come mai questa scelta? Come avviene il processo creativo che porta alla creazione delle canzoni?
Oltre la presentazione del nostro Tra gli alberi e gli dei presenteremo in anteprima anche 2 nuovi brani: Meccanica Celeste e Orizzonte pt.2.Orizzonte pt.2 è la continuazione del “viaggio” iniziato con Orizzonte(ultima traccia dell’EP) è il pensiero che si tramuta in voce, l’elaborazione delle sensazioni nate tra le onde notturne e i grilli. Meccanica Celeste è la nostra “visione celeste” spiegata alla nostra Ioana.
La composizione di un brano nasce attraverso le mani e le menti di Fabio e Samuele, rispettivamente Chitarra e tastiera/basso, successivamente si inserisce la batteria che delinea i passi di questa creatura ed in fine, io cerco di esprimere le loro sensazioni attraverso le mie parole e il mio cantato.

Come mutano le vostre canzoni dal vivo? Quanto è importante la dimensione live?
Ogni live muta le nostre canzoni, ogni serata sfuma diversamente le nostre note e fa vibrare la nostra voce, non esiste un live simile ad un altro, ognuno di essi porta con se caratteristiche diverse! Anche le nostre prove in sala sono molto particolari, chi compone trasporta fluidamente le proprie sensazioni incantando il resto del gruppo. In questo modo,tutto è sempre in continuo mutamento, tutto, è sempre molto naturale ed istintivo, tutto è sempre in cammino.

Intervista finita…prossimi appuntamenti? Cosa farete da grandi?
Prossimi appuntamenti 3 live “intimi”, saranno due set acustici/semi-acustici, il primo sarà il 19 Ottobre al Circolo Vizioso, il secondo sarà il 29 ottobre alla Tana del Bianconiglio e come ultimo appuntamento il 29 novembre all’Alcool in P.za Vittorio a Torino. Grazie di tutto, per noi è stato un piacere parlare con te, speriamo di vedervi ai nostri concerti! Un abbraccio.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=RTvx8ni7g5U[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Articoli correlati