Menu

Recensioni

No Doubt – Push And Shove

2012 - Interscope
pop/rock

Ascolta

Acquista

Tracklist

1.Settle Down
2.Looking Hot
3.One More Summer
4.Push And Shove (featuring Busy Signal and Major Lazer)
5.Easy
6.Gravity
7.Undercover
8.Undone
9.Sparkle
10.Heaven
11.Dreaming The Same Dream

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Se la crisi di mezza età si manifestasse sempre così, non vedrei l’ora di avere sbalzi termici corporali, squilibri ormonali e voglia di comprarmi un catamarano da 25 mt.

Dopo più di 20 anni dalla nascita, e 9 dall’ultimo disco, i No Doubt confezionano un album incredibile, la voce di Gwen Stefani (universalmente riconosciuta come una delle più grandi fighe di sempre, te la scoperesti adesso come nel  ’92) inconfondibile marchio di fabbrica, incanta variando dallo stile ormai consolidato della band, fino alle contaminazioni più elettro funk ed etniche (esempio: il primo singolo estratto Settle Down). E nel video del suddetto, vederla sculettare\ ballare rende superflua la presenza della musica.
Chiaro è che abbiano deciso di darsi un tono meno rock, tagliando le basi con synth e distorsioni da clubbing della New York “bene” e riempiendo di autotune le corde della Stefani.
Però piace, cazzo se piace.
Il disco è il prodotto della maturità della band sommato alla riuscitissima carriera solista di Gwen Stefani: si ritrovano gli elementi caratterizzanti dei No Doubt come lo ska e lo sculare alla dancehall, fuse con la “roba” che adesso fa vendere. Poteva essere una merda, e invece no.
Le “ballad” –One more summer su tutte- più lente risultano la parte meno riuscita del disco, non riescono mai a fare il salto di qualità e sembrano solo delle tracce riempitive senza spessore. Ma capisco la necessità di rallentare il ritmo ovattando il suono. Su  11 tracce sono appena 3 quelle che “tirano indietro”, prendiamole come un regalo in più e non come una mancanza. (l’album funzionerebbe uguale anche senza le 3 maledette, che mi piace immaginare come Ghost track).
Il ritmo comunque riprende subito alla grande con il brano che da nome all’album. Push and Shove è il sunto dello stile No Doubt, e la parte rappata, per capirci, è la sega sotto la doccia dopo una giornata di rotture di palle.
L’apertura di alcuni pezzi, con grandi smanopolate di synth direttamente dagli anni ’90, riesce a rendere la sonorità super estiva ed attuale invece di invecchiarla come ci si aspetterebbe. Quindi: magia dei No Doubt.

Gwen Stefani poi è proprio una super figa.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=Pb_zZ3xItPI[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close