Menu

Speciali

Cannibal Movie, Gli Putridissimi, Luther Blissett : Viaggio al termine della notte #13

“La vita è questo, una scheggia di luce che finisce nella notte”

Questa è una delle frasi più celebri del romanzo Viaggio al termine della notte, scritto da Louis-Ferdinand Céline nel 1932.
A volte, non è solo la vita a perdersi in qualche frammento della notte, ma anche la musica. Con l’avanzamento dell’era tecnologica, la quantità di uscite musicali è aumentata notevolmente, portando tutti i vantaggi e svantaggi del caso. Uno dei principali svantaggi è proprio quello di perdere tante piccole perle musicali nella notte della rete. La rubrica è quindi una riscoperta di tutto quello che nei giorni o mesi passati, non ha trovato spazio tra le pagine di Impatto Sonoro e che vi viene proposto come il biglietto per un lungo viaggio musicale. In ogni uscita parleremo di quattro tappe che riscopriamo assieme a voi. Non vi resta che partire e ricordarvi che la cocaina non è che un passatempo per capistazione.

A cura di Fabio La Donna.

Cannibal Movie – Mondo Music (Ambient, Yerevan Tape)
Dietro il nome Cannibal Movie si cela la batteria di Gaspare Sammartano e l’organo di Donato Epiro. Il loro LP, Avorio, è stato tra le sorprese più interessanti della scena sperimentale italiana grazie al loro mix di atmosfere tribali, ruvide intuizioni e tutta una serie di rural-scape ispirati ai più oscuri e grotteschi film dove l’elemento base sono le teste mozzate, foreste pluviali e pratiche mai estinte. A novembre è uscito, per la Yerevan Tapes, nuovo materiale di questo duo, precisamente una cassetta dal titolo Mondo Music, con una canzone per lato. Mondo Music è l’evoluzione della produzione precedente e presenta una complessità di fondo più elevata. La durata dei pezzi è mediamente triplicata, il tutto senza perdere di qualità e riuscendo a fornire dei tappeti sonori più pregiati e progressivi. Sentendo il primo lato, le intuizioni minimal noise vengono accompagnate a una ventata di atmosfere che hanno il sapore del Medio Oriente e che creano una potenza sonora sconvolgente. Il secondo lato è onorico, disteso, intuitivo ed epico. Rituali compiuti lentamente, eseguendo una danza ipnotica dal risultato incerto. Un turbine ossessivo, compulsivo e magico. I Cannibal Movie continuano a centrare l’obiettivo tanto da redere Mondo Music un acquisto obbligatorio per tutti gli amanti del genere.

Gli Putridissimi / Luther Blissett – Split (Jazzcore, fromSCRATCH Rec.)
La nuova uscita fromSCRATCH(in coproduzione con HysM?, Eclectic Polpo, A Shame e Charity Press) è uno split in cassetta tra Gli Putridissimi e i Luther Blissett, con due pezzi a testa per una bomba ipersonica ad altissima velocità. Gli Putridissimi presentano i pezzi Terrori nei boschi e Paludi Ghiacciatissime, evidenziando uno stile musicale molto personale che mischia sonorità black\jazz core a delle atmosfere cupe e contorte. Una formula ben riuscita che a tratti mi ha ricordato una versione più corposa e articolata della produzione dei Dead Neanderthals. I Luther Blissett, già menzionati nel nostro speciale jazzcore, appena si impossessano della corona propongono Scaffolding e Staggering. I due pezzi sono dilatati e fumosi tanto da disperdersi presto nell’aria realizzando qualcosa di indefinibile e toccante. Un bar in una notte fredda degli anni ‘50. La nebbia al mattino che costantemente ci fa compagnia senza abbandonarci. Un’uscita per niente banale e che contiene due tra i più potenziali progetti del panorama indipendente italiano…Vai col jazz maestro!!!

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=PAEOYtuu-Fg[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Articoli correlati

Close