Menu

Interviste

JOCELYN PULSAR intervista il DR. PANICO

Dopo la video-intervista di qualche mese fa, Jocelyn Pulsar ricambia e intervista l’amico Dr. Panico: si parla dell’ultimo disco “So’ Ragazzi” (al cui interno c’è una bella collaborazione tra i due), della scena italiana, dei suoi pregi e dei suoi difetti, di San Remo e di molto altro.

Jocelyn Pulsar
Sì, ecco la prima domanda è: come fanno a piacerti i Club Dogo? Non ti vergogni?
Dr. Panico
Ahahahah! I Club Dogo hanno fatto due album molto belli ai loro esordi, tre contando il primo in cui non si chiamavano così, ma Sacre Scuole. Mi piacciono un sacco quegli album perché oltre a contenere pacchi di stile, sanno essere riflessivi, ma riflessivi senza menate e puttanate varie sulla vita o sul precariato.. riflessivi come dei ragazzi sanno essere secondo me dovresti sentirli meglio! Anche le ultime cose che hanno fatto, a parte i ritornelli, che fanno cacare indiscutibilmente, sono belle.. senti il beat di P. E. S. e poi mi dici!
Jocelyn Pulsar
Indiscutibilmente lo dici a tua sorella. Andiamo avanti
Dr. Panico
Spara
Jocelyn Pulsar
Sarai sicuramente emozionato di farti intervistare da un eroico esponente dell’indie della prima ora come me. Cos’ è cambiato nel frattempo, diciamo negli ultimi 5 o 6 anni?
Dr. Panico
Questo dovresti dirmelo tu da bravo veterano: io sono Dr.Panico dal 2010 più o meno, e credo sia cambiato poco, giusto il modo di proporsi e di comunicare grazie/per colpa di Facebook. Per il resto credo ci siano le solite invidie e i soliti “Lo Stato Sociale e Dente mi fanno scacazzare” o roba così. Anche se, a dire il vero, il leggere le cose che scrivono i musicisti che stimo non mi piace particolarmente. La maggior parte di loro dice minchiate, o cose a cui non frega a nessuno o ancora cose da commentatore di Youtube, che odia tutto e tutti, è deludente (e non è un gioco di parole)
Jocelyn Pulsar
A Roma una volta c’era il FolkStudio, da dove è partito tutto: sai di cosa sto parlando? Sei preparato?
Dr. Panico
Certo! Ho studiato tantissimo quando ho iniziato a scrivere le prime canzoni. Sono un sapientino in canzoni italiane dal ’58 ad oggi! E quando dico oggi dico proprio tutto quello di oggi! Lavorando in pizzeria conosco molto bene anche le carriere artistiche di Laura Pausini e di Eros Ramazzotti, mio malgrado.. anche di Tiziano Ferro, che, dato che vivo a Roma, è diventato Tiziano Fero.
Jocelyn Pulsar
Cosa deve ancora succederti perché tu ti senta soddisfatto della tua carriera musicale?
Dr. Panico
Devo trombare come un forsennato
Jocelyn Pulsar
La vedo dura allora
Dr. Panico
Ma io comunque sono soddisfatto di aver fatto un album che mi piace, che non è poco. Poi il resto arriverà col tempo, spero. Quando mettevo su Youtube le mie prime cose avevo l’ansia di ottenere subito dei risultati, da quando ho un cane sono più rilassato e vado avanti per la mia strada.
Poi quando vai a suonare e la gente è felice e si diverte, ti senti in qualche modo appagato, anche quando pubblichi qualcosa e la gente la condivide, è una sensazione che non potrebbe capire uno che non fa musica, come uno che non ha un cane non potrebbe capire la cosa che ho detto prima.
Jocelyn Pulsar
Tifi Roma o Lazio?
Dr. Panico
Per nessuna delle due, anche perché, come tu ben sai, non sono di Roma ma di Potenza. Tifo 1 x o 2, a seconda della quota che danno alle scommesse! Comunque a ‘sto punto dimmi che ne pensi del mio album
Jocelyn Pulsar
Il tuo album è bello, una canzone in particolare
Dr. Panico
E cosa ti è piaciuto?
Jocelyn Pulsar
Hai un bel modo di scrivere i testi. Devi sapere che io do importanza soprattutto ai testi e tu li sai scrivere molto bene
non come….lasciamo perdere e andiamo avanti con l’ intervista
Dr. Panico
Ahahah vedi che anche tu sei di quelli che odiano il prossimo tuo italiano?
Jocelyn Pulsar
Andiamo avanti. Anche tu pensi che le etichette discografiche stiano per chiudere definitivamente? o no? E se no, cosa sta per succedere?
Dr. Panico
Bah.. boh.. direi pure beh.. credo che fin quando le etichette, piccole o grandi che siano, saranno composte da Persone, e da Appassionati, tutto avrà sempre un senso. Se invece diventa tutto un inseguire il successo o, ancora peggio, il consenso, andrà tutto a rotoli, come i gomitoli (giusto per farmi un’auto-citazione, che suona molto malinconica e fa capire la gravità della situazione).
Comunque a me la musica italiana piace eh, mi piace ascoltarla e mi piace andare ai concerti di chi la suona
e il fatto che andrei anche al tuo, testimonia un certo coraggio in fatto di concerti.
Jocelyn Pulsar
Ora mentre ti sto intervistando guardo su RAI UNO Little Tony e Al Bano che si stanno sfidando a colpi di classiconi: non dico che mi piacciano, però ecco, hai l’ impressione che tra 50 anni le canzoni di oggi della “nuova leva”, compresa quella indipendente, saranno ancora nella testa della gente?
Dr. Panico
Bah..quelle sono nella testa della gente non necessariamente perché belle, ma perché ascoltate per forza. Come i cartoni della Disney, belli o brutti che siano, ce li hanno sottoposti quasi a forza, quindi tutti ci commuoviamo quando rivediamo Dumbo, perché ci ricordiamo di quando li abbiamo visti la prima volta, penso sia per questo che quelle canzoni siano rimaste nel nostro immaginario, quindi la risposta è si, penso (e temo) che passeranno alla storia anche queste.
Comunque, nel dubbio, ai miei concerti facciamo una cover di Bobby Solo, non si sa mai
Jocelyn Pulsar
E io di Mike Post, sempre perché non si sa mai
Dr. Panico
Un’altra cosa che mi piace di questa musica italiana è che io conosco i miei artisti preferiti.. tipo conosco personalmente i Chewingum, che sono praticamente, il mio gruppo preferito, conosco te, conosco i Quartieri, conosco Alessandro Fiori, Vittorio Cane, Edipo.. è bello
Jocelyn Pulsar
Condivido, io ultimamente ho suonato con Babalot e Artemoltobuffa, andando oltre ai miei sogni più sfrenati
Dr. Panico
Si, compaiono spesso anche nei miei di sogni erotici
Jocelyn Pulsar
Non credi che la scena italiana indipendente sia un po’ autoreferenziale?
Dr. Panico
Forse, ultimamente però, come ti ho già detto, la vedo troppo “hater”. Rilassiamoci un po’, è solo musica, e la musica è una cosa bella
Jocelyn Pulsar
Se ti chiamassero a San Remo, ci andresti? Diresti di no? Diresti di no parlandone male e poi dopo qualche anno ci andresti lo stesso come qualcuno?
Dr. Panico
Non ci andrei, ma solo perché mi prenderebbero per matto e non mi capirebbero.. se facessi la musica che fai tu lo farei sicuro!
Jocelyn Pulsar
Se avessi potuto scegliere, da chi saresti voluto essere stato intervistato invece che da me?
Dr. Panico
Da Scarlett Johansson
Jocelyn Pulsar
Ho detto intervistato
Dr. Panico
Ovviamente non in chat! Comunque tu sei il mio intervistatore preferito, maschio
Jocelyn Pulsar
Sei soddisfatto del tuo disco? Ci trovi dei difetti a distanza? Te lo chiedo perché a me capita sempre..di sentire dei difetti nei tuoi dischi
(scherzo)
Dr. Panico
ahahahah! A dire il vero forse questa è la prima volta in cui faccio una cosa che mi soddisfa, se non del tutto, almeno in parte.. qualcosa sicuramente, ma delle piccolezze che, se modificassi, un esterno manco se ne accorgerebbe..
Hai altri conigli nel cappello?
Jocelyn Pulsar
No dai basta
Dr. Panico
Poi un giorno ne facciamo una in cui parliamo male di tutto e tutti tipo a me, ma non lo dire in giro, mi sta un po’ sul cazzo De Andrè!
(ecco, l’ho detto)
Jocelyn Pulsar
Ah ma io lo faccio sempre in tutte le mie interviste.
(Anche a me)
Dr. Panico
Allora un giorno ci vediamo e mettiamo “non mi piace” a tutti i suoi video di Youtube!
Oh io scappo che devo andare a lavorare, è stato un piacere, sul serio!

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=KT388gB7qY0[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Articoli correlati

Close