Menu

Recensioni

Hannah Williams & The Tastemakers – A Hill Of Feathers

2012 - Record Kicks
Soul/Pop/Funk/R’n’B

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Work It Out
2. Tell Me Something (Liberties)
3. Do Whatever Makes You Feel Hot
4. Don't Tell Me
5. The Kitchen Strut
6. Washed Up
7. (When Are You Gonna) Say You're Mine
8. Get It (Part 1)
9. I'm A Good Woman
10. Things To Come

Web

Sito Ufficiale
Facebook

La splendida voce di Hannah Williams, direttamente dalle piovose periferie proletarie di Londra, illumina come un fulmine a ciel sereno il panorama musicale soul-pop-funk, con questo suo debutto, “A Hill Of Feathers”, che coniuga nel migliore dei modi spontaneità e naturalezza con tradizione e spirito vintage.

La giovane cantante inglese, accompagnata dai Tastemakers di Hillman Mondegreen (suo primo mecenate in occasione del 45 giri d’esordio) ha classe e talento da vendere, e lo dimostra non solo con gli attestati di stima di gente come Sharon Jones, Charles Bradley e Craig Charles, ma soprattutto con una musicalità (che in questo caso fa rima con vocalità) genuinamente deep soul & funk, interprete di quella tradizione artistica e certamente culturale che interseca l’operato fondamentale di leggende come James Brown, Aretha Franklin e Otis Redding, in un ideale comunione di intenti che non è quindi banale revival, ma fresco e sanguigno (ascoltare per credere) spirito artistico.
Bastano pochi secondi dell’opener e primo singolo estratto “Work It Out” per restare avvinti dalla magia insita nel ritmo e nelle melodie dell’album, che, come una macchina del tempo compressa su cd, ci riporta indietro fino ai gloriosi anni ’70 (“Do Whatever Makes You Feel Hot”, “The Kitchen Strut”). Hannah Williams non è però capace solo di far ballare e divertire, con la grinta e la potenza tipiche del soul bianco (Amy Winehouse docet), ma sa anche circondare delicatamente il suo uditorio di un’atmosfera romantica, come accade nella malinconica e passionale “Washed Up”, oppure nei lenti “(When Are You Gonna) Say You’re Mine” e “Tell Me Something”.

“A Hill Of Feathers” ha il pregio di tutti i migliori album, scorre talmente fluido, semplice e senza intoppi o forzature che sembra finire subito, lasciandosi alle spalle solo il desiderio di premere un’altra volta il tasto play, per immergersi nuovamente nelle diverse sfaccettature che Hannah Williams & The Tastemakers sono capaci di offrire, con sincerità e naturalezza non comuni.

Cogliamo l’occasione per segnalare i loro prossimi appuntamenti live in Italia, occasioni perfette e imperdibili, per provare sulla propria pelle i brividi e le emozioni di Hannah e la sua band:
Giovedì 13 Dicembre 2012 @ Central Kitschen – Latina
Venerdì 14 Dicembre 2012 @ Roma Suona Funk! Rising Love – Roma
Sabato 15 Dicembre 2012 @ Ueffilo music club & restaurant – Bari

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close