Menu

Ruby Sparks, di Jonathan Dayton e Valerie Faris


Scheda

Durata: 104 min Anno: 2012 Nazione: USA Regia: Jonathan Dayton e Valerie Faris Interpreti: Paul Dano, Zoe Kazan, Antonio Banderas, Annette Bening, Steve Coogan, Elliott Gould, Chris Messina, Alia Shawkat, Aasif Mandvi, Toni Trucks

Calvin (Paul Dano), un giovane scrittore in crisi creativa, si innamora di una ragazza misteriosa che gli è apparsa in sogno una notte. La visione onirica si trasforma in vera ispirazione e comincia così a scrivere di questa donna. Calvin sogna, e contemporaneamente delinea, la sua ragazza ideale, e le da un nome, Ruby Sparks (interpretata da Zoe Kazan). L’autore si lancia nella scrittura di questa creatura, ne racconta gli amori, il carattere, la vita, finchè un giorno, nella sua villa sulle colline di L.A., appare Ruby in carne ed ossa.

Non è un’allucinazione: Calvin ha creato la ragazza dei suoi sogni.
Non pensate nemmeno per un attimo che questo sia un film banale dalla sinossi poco originale; non dovete farlo per diversi motivi.
Per cominciare, gli autori di questa pellicola sono Jonathan Dayton e Valerie Faris, registi del geniale e prodigioso Little Miss Sunshine; dopo sei anni, la coppia torna a raccontarci le dinamiche disfunzionali dei rapporti umani.
Zoe Kazan, che interpreta la protagonista, ha scritto la sceneggiatura del film; nipote del maestro Elia Kazan, la bella Zoe riesce ad interpretare in modo decisamente originale una vicenda semplice e di fantasia, facendone emergere un sottotesto realisto e profondo.
I registi Dayton-Faris hanno lavorato intimamente con Dano-Kazan ed è interessante, oltre che importante, sapere che sono coppie nella vita reale, oltre che nel lavoro. Si sono lanciati a otto mani sul soggetto che era stato scritto da Zoe appositamente per Paul: il risultato è una vicenda divertente ma drammaticamente complessa.
Al centro di Ruby Sparks c’è la riflessione sui rapporti sentimentali belli e dannatamente sbagliati, quelli che incarnano il sogno d’amore e finiscono per diventare una falsa e distorta proiezione dello stesso. Calvin scrive quello che Ruby dovrebbe essere, limitando (azzerando) la libertà di pensiero, di sentimento e persino di movimento della ragazza. Difficile pilotare così un rapporto senza correre il rischio rovinare tutto.
Ad osservare la vicenda dall’esterno c’è la strana famiglia di Calvin, interpretata da un grande cast (Chris Messina, Annette Bening e Antonio Banderas).

Presentato al Festival del Film di Locarno di quest’anno e nelle nostre sale da pochi giorni, Ruby Sparks è uno dei film indipendenti più belli degli ultimi anni, una romantic commedy che parla dell’amore guardandolo dritto in faccia.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=kVDWIVFpU9I[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni Cinematografiche

Close