Menu

Il Collezionista Di Ossa

Tomografia Assiale Computerizzata, Auden, Benefit for Animals in Need: Il Collezionista Di Ossa #20

Camminando nei meandri oscuri dei magazzini di Impatto Sonoro ci siamo imbattuti in molti cadaveri, interessanti resti umani che il tempo ha dimenticato e che abbiamo deciso di riportare alla luce per non lasciare alla polvere tutte queste avvincenti storie. Afflitti dalle nostre turbe ci sentiamo un misto tra The Bone Collector e Karl Denke. Presentarvi direttamente il corpo non sarebbe abbastanza frizzante, pertanto ci siamo imposti che ogni numero di questa rubrica sarà composta da tanti piccole falangi tagliate che vi doneremo come pillole. Starà a voi seguire le tracce al suon di musica e arrivare goduriosamente al corpo del reato.
“Mini-recensioni” di dischi finiti nel dimenticatoio, ristampe di glorie del passato, bootleg, archivi musicali e nuove uscite in formato musicassetta.
Dalla minimal wave all’industrial, passando per gruppi underground est europei, giapponesi e catacombe innominabili.

A cura di Fabio La Donna.

Tomografia Assiale Computerizzata – S\T (Officina Fonografica Italiana -1983 – ristampa 2012)
L’Officina Fonografica Italiana è un progetto ad opera di Simone Fringuelli e Stefano Gentile con l’obiettivo di ristampare le migliori perle della scena industrial italiana degli anni 80-90. La produzione 002 riguarda uno dei gruppi italiani più interessanti, al di fuori di ogni scena e di ogni schema. I T.A.C. (Tomografia Assiale Computerizzata) sono riusciti nella loro carriera a realizzare suite musicali di innata bellezza e coinvolgimento, musiche che diventano film immaginari. Rumori che creano parole e pagine fitte. Trip degni dei migliori acidi. Prese di coscienza e attimi di forza. Loop, deviazioni rock, anarchici sentieri jazz e rumori metallici, rappresentano la composizione delle prime produzioni dei T.A.C.. Questo album è tra gli esordi più complessi e migliori di sempre, ottima quindi la scelta dell’O.F.I. di concentrarsi proprio su ciò. Come se non fosse già tanta la carne sul fuoco sono state aggiunte cinque tracks inedite che fanno diventare ancora più obbligatorio l’acquisto di questo lavoro. Ancora prima dei CCCP, i T.A.C. riuscirono a coinvolgere\sconvolgere meglio di chiunque altro con un magico mix di più discipline artistiche. Ovviamente pochi se li ricorderanno e questo è un vero peccato. Ma si sa, la massa è pirla.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=AnCb_KBIRyk[/youtube]

Auden – Love Is Conspiracy (Autoproduzione, 2002/2012)
Gli Auden vengono da Viterbo e pubblicano gratuitamente su Bandcamp (http://audenconspiracy.bandcamp.com/album/love-is-conspiracy) Love Is Conspiracy, un album registrato dieci anni fa e fino ad ora mai ufficializzato. Con questi anni di “ritardo”, gli Auden propongono un emocore ’90 che può essere riassunto nella trinità Mineral, Policy of Three e Pg.99. Le cinque tracce risultano fresche e vibranti e fanno intravedere un fascino e una genuinità che non è sempre facile trovare. Sporche e ruvide come le cose che nascono nella terra, ma con l’anima calda di chi ogni giorno non smette di guardare il cielo. Un contrasto emotivo, generazionale e personale che si disperde nelle parole agitate di Love Is Conspiracy. Assolutamente un’operazione di recupero molto interessante e che fa sperare in nuovo materiale. Welcome home.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=j7CqdytzOKI[/youtube]

V/A – Benefit for Animals in Need (Autoproduzione – 2012)
Benefit for Animals in Need è un ottimo punto di partenza per approfondire la scena dark ambient\neofolk internazionale degli ultimi 10-15 anni. Trentuno pezzi sapientemente scelti tra Long playing, materiale raro e archivi perduti, e che non sapranno annoiarvi per tutte le due e passa ore di durata. Un lungo viaggio in una dimensione parallela, che dopo i fasti degli anni 90 e la decadenza dei primi anni zero, sta di nuovo germogliando gioiosamente. Le danze si aprono con i rimandi apocalittici degli Eldar e si concludono con una magnifica suite musicale ad opera dei Melankolia, assolutamente tra le migliori del lotto. Come sempre ottime le prove dei big come Wakeford, Sophia, Arcana e Bjargo. La compilation costa 8 euro ed oltre ad avere una funzione storico-promozionale, serve a finanziare la ASPCA, che si occupa del soccorso agli animali in difficoltà, come quelli colpiti dall’uragano Sandy. L’ennesimo modo per abbinare la passione e la conoscenza per la musica, ad un aspetto più sociale.

Bandcamp: http://benefitforanimalsinneed.bandcamp.com/

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=KNc8UUlqq5c[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Articoli correlati