Menu

Recensioni

Christopher Owens – Lysandre

2013 - Turnstile / Fat Possum
folk/pop/songwriter

Ascolta

Acquista

Tracklist

1.Lysandre's Theme
2.Here We Go
3.New York City
4.A Broken Heart
5.Here We Go Again

6.Riviera Rock
7.Love Is In The Ear Of The Listener
8.Lysandre
9.Everywhere You Knew
10.Closing Theme
11.Part Of Me (Lysandre's Epilogue)

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Da gran primadonna, Christopher Owens l’anno scorso ha lasciato i Girls, gruppo con cui aveva pubblicato due bei lavori: “Album” e “Father, Son, Holy Ghost”.

All’inizio del 2013 decide di imbracciare la sua chitarra e iniziare il proprio progetto solista, pubblicando l’album autobiografico qui in questione.
Prima di parlare di Lysandre vorrei proporre in poche righe quella che è stata l’infanzia dell’autore.
Il buon Chris viene cresciuto nei Children of God e, dopo la morte del fratello, forza sua madre a prostituirsi.
Successivamente scappa da casa sua, per rifugiarsi da un mecenate milionario, che finanzierà ( in cambio di cosa?) la sua crescita artistica.
Ora lo si può trovare nei pub a fare questo:

Geniale.

Lysandre parte con quello che sarà il main theme del disco, una melodia molto malinconica che viene ripresa in diverse salse nella maggior parte dei brani successivi.
A seguire si ritrova l’osannata scrittura e vena romantica di Chris, che ti prende e ti trasporta nel suo mondo fatto, per lo più, di eccessi e decessi.
Proprio qui, il disco si schiude e mostra tutti i suoi limiti: la scarsa durata e il fatto che nessuno, dico nessuno, dei brani riesca ad essere incisivo e diretto sono solo i primi elementi che possono venire citati.
Laddove i Girls riuscivano a toccare picchi elevatissimi, in Lysandre, l’intento di Owens è volutamente più pacato: si cerca più di ricreare un’atmosfera (Lysandre’s Theme) che di incidere delle vere e proprie perle.

Questo non vuol dire che l’esito sia negativo, anzi, il disco risulta essere di piacevole ascolto quasi come se fosse una colonna sonora di un film (esclusivamente rivolto ai tossici) fatto dallo studio ghibli.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=abxKZhcmR8c[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni