Menu

Recensioni

Controllo Elettronico Della Velocità – A Tutta Birra

2012 - Dischi Bervisti
punk/rock/hardcore

Ascolta

Acquista

Tracklist

01. 113
02. Alt!Dogana
03. Fuori dal casello
04. Full optional
05. L’ausiliario
06. Il blues del divieto di sosta
07. Ma dai!
08. Fausto & Furio
09. Run-pollo
10. Intermezzo
11. Supersbirro megafiga
12. Re del freno a mano
13. Autobot

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Un concept album terra terra anzi asfalto asfalto, interamente dedicato com’è alla strada ed alla circolazione, con fauna e flora stradale descritte evitando giri di parole e compromessi ma affidandosi unicamente a tanta potenza sonora ed a testi frutto di un interessante mix di rabbia, ironia e forzata superficialità.

La formazione veneta propone il suo hard (core) rock tirato a pallettoni, intervallato ed impreziosito da momenti elettronici che da un lato hanno il merito di variare in maniera decisa e radicale il suono dell’album, dall’altro paiono però paradossalmente troppo sporadici ed isolati. Il fatto è che i CEDV hanno un sound bello corposo e caldo, che poggia certamente su solide basi punk ma che si può permettere puntatine più impegnative e importanti in territorio hard e stoner rock. E dunque aggiungere l’elettronica in pianta stabile nel proprio roster, integrandola però maggiormente con tutto il resto, amplierebbe ulteriormente lo spettro sonoro della band veneta, che pur priva di basso appare comunque interessante.
Per quanto riguarda i testi mi pare inutile perderci troppo tempo, tanto sono immediati e quotidiani: chiunque circoli su 4 come su 2 ruote, anche il più paziente e ligio, non può non ritrovarsi in quanto urlato dai CEDV, anche pur solo marginalmente. Certo è che potrebbe avere senso iniziare a pensare ad altri obiettivi da infamare e ridicolizzare, a maggior ragione se si considera anche il precedente lavoro “Allacciate le cinture”. Che poi in Italia non dovrebbe essere nemmeno un problema trovare fonti di ispirazione..

Concludendo, un album che, nonostante una mia iniziale diffidenza, mi ha permesso di conoscere una band peculiare e con un buon potenziale e che conferma il Veneto come terra molto viva e fertile in ambito rock a 360°.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=KiNXuBhrwrg[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni