Menu

Recensioni

Node (Not Ordinary Dead) – Tragic Technology Inc.

2013 - 2419 Record
electro/pop

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. The way i do
2. Precinct node
3. Deadman working
4. To die 10.000 times
5. Matter of time
6. Man in the middle
7. Videocy
8. Something against me
9. Kinky eyes (Pak T2R remix)
10. This atomic love (Moo'nadir remix)

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Cominciamo dalle critiche: se si vuole usare un cantato in inglese per sembrare inglesi è il caso di dare prima un qualche ripasso generale alla pronuncia, così da non correre il rischio di sembrare tailandesi in vacanza a Manchester. Fine delle critiche.

Tragic Technology Inc. è un’ottima prova del duo partenopeo composto da Johnny Lubvic e Katomo San che a me ricordano tanto, anzi tantissimo, i Planet Funk per genere, attitudine e capacità. Nati nel 2011 sono alla prima prova sulla lunga distanza dopo aver rilasciato l’anno scorso un EP, Tuning the untunable, dal quale sono stati ripescati e remixati i brani Kinky eyes e This atomic love. Il mood di questo disco sembra, tuttavia, mostrare una certa presa di distanze dal precedente lavoro per raffinatezza e per maturità soprattutto grazie a particolari episodi come Videocy, la più ritmata Something against me e l’impegnata appendice industrial di Deadman working. Per certi versi è un piccolo amarcord di un fortunatissimo periodo storico della musica elettronica, quel momento della storia della musica che portò alla ribalta un artista unico ed inimitabile come il Falco di Der Kommissar e di un album capolavoro come Nachtflug, con un pizzico di evasioni su territori più appropriati all’electro-rock. La formula funziona benissimo e lascia che l’ascolto di Tragic Technology Inc sia intenso e scorrevole e, cosa più importante di tutto il resto, ripetibile, perché le variazioni tematiche di Matter of time, brano che viaggia molto lentamente ma che infonde una violenta scossa di piacere, meritano l’ascolto in loop su tutte le piattaforme possibili. Va detto che il lavoro del duo non propone nulla che aspiri all’aura dell’originalità, ma la combinazione tra ritmi dance e tinte electro-rock di questi dieci brani è una formula che quasi mai porta a risultati accettabili ed orecchiabili come è invece riuscito a loro in questo disco.

Le influenze e la combinazione fra queste fanno la fortuna di Tragic Technology Inc ed espongono il duo ad una più ampia fetta di pubblico, un salto fuori dalla nicchia per dare più visibilità alla proposta dei Not Ordinary Dead che, per dirla in sincerità, sarebbe del tutto meritata. Complimenti a loro e avanti così.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=lMn_7sJ2XaE[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close