Menu

Recensioni

Gazebo Penguins – Raudo

2013 - To Lose La Track
punk/alternative/emocore

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Finito il Caffè
2. Casa dei Mie
3. Difetto
4. Domani è Gennaio
5. Ogni Scelta è in Perdita
6. Correggio
7. Trasloco
8. Mio Nonno
9. Non Morirò
10. Piuttosto bene

Web

Sito Ufficiale
Facebook

“So che capirai, siamo grandi ormai”.

Di questo si tratta, di capirlo, perché Raudo non te lo possono spiegare. È un disco emocore, e quel suffisso fa storcere il naso forse, ma non ha nulla a che vedere con quello che intendete voi. Voglio dire, un pezzo come Difetto, se fosse cantato da un gruppetto qualsiasi, sarebbe una cosa per quattordicenni col ciuffo; così invece è bello, è caldo, è empatico, fa bene.
La chitarra è quella, i ritmi sono quelli, non stanno inventando niente di nuovo i Gazebo Penguins, anzi, balzellano su un genere che in Italia non ha mai avuto granché da dire. I testi, se presi da soli, non è che ti raccontino chissà che: smontare dossi a Correggio e cambiare nomi sui campanelli (non solo questo, ovviamente, si estrae per far capire ma c’è molto di più) non sono esperienze che ti cambiano la vita.
E invece forse sì, la base è proprio questa: tutte le esperienze ti cambiano la vita, questo è, loro se ne rendono conto, te lo dicono e non si vergognano di lamentarsi di cose per le quali molti gruppi sono tacciati di essere ragazzini lagnosi.
A parte il fatto che il loro lavoro lo sanno fare benissimo, dal suonato alla voce, passando per i cori, è davvero difficile spiegare perché i Gazebo Penguins non sono come tutti i gruppi emocore che potrebbero venire in mente, visto che spesso musica e testi non cadono molto lontano (a parte il furbetto e perdonabilissimo tentativo di renderli assimilabili e cantabili dalla maggior parte della gente possibile). Eppure è così, sono particolari, vivono in un mondo a sé, più adulto del genere di musica che fanno: non vogliono farti capire che tutti stanno male, ma solo che a loro andava di cantare così.

Ascoltare per credere, che sono carini e pensano alla musica e sono in free download sul sito ufficiale.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=HmIypOs5_Lo[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close