Menu

Recensioni

Israel Martinez – The Minutes

2013 - Aagoo Records
elettronica/sperimentale

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Borrados
2. Oblique Conjectures
3. Tribonera
4. Lamira
5. Sada
6. Xiriah
7. Bohemia
8. Ojodeagua
9. Tosho
10. Tabula Pacifico

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Israel Martinez è un artista messicano a tutto tondo, apprezzato anche oltre i confini nazionali grazie alle sue installazioni visuali che ben si amalgamano a colonne sonore elettroniche stranianti, il tutto in chiave squisitamente sperimentale.

L’artista è uno di quelli che hanno qualcosa da dire: si parte dall’attenta osservazione delle condizioni di vita in Messico nel periodo compreso tra il 2006 ed il 2012, periodo di forte trasformazione sociale, per poi denunciare in flussi sonori i limiti e l’antiumanità di alcune politiche che sfociarono in sottostrati di elevata tensione, microcriminalità organizzata più e meno violenta ed elevato degrado urbano. Martinez prova a rappresentare in musica l’esasperazione delle masse innocenti, mettendosi nei panni del popolo, stretto tra l’incudine di un governo che ha scelto la linea dura per annichilire il crimine organizzato ed il martello di forze militari che con prepotenza si prendono le redini del potere.
Il concept alla base dell’album è l’idea di veicolare in musica una profonda riflessione sulla società: tentativo lodevole che denota una spiccata intelligenza di base, ma a parte l’atmosfera straniante e per certi versi pure inquietante dell’intero album (che va ascoltato per intero, senza dividerlo meccanicamente per tracce sonore) bisogna dire che un semplice ascolto non riesce ad evocare l’atmosfera che Martinez forse si aspettava di ricreare.

Sicuramente il progetto sonoro raggiunge il suo culmine come degna cornice di un’installazione visuale ben più ficcante, senza la quale il tutto ha un sapore amaro di buon tentativo a metà.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close