Menu

Recensioni

Ólafur Arnalds – For Now I Am Winter

2013 - Mercury Classics
elettronica/classical

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Sudden Throw       
  2. Brim         
3. For Now I Am Winter (feat. Arnór Dan)    
     4. A Stutter (feat. Arnór Dan) 
         5. Words of Amber      
    6. Reclaim (feat. Arnór Dan)  
       7. Hands, Be Still    
     8. Only the Winds
          9. Old Skin (feat. Arnór Dan)
          10. We (Too) Shall Rest
          11. This Place Was a Shelter
12. Carry Me Anew
No Other (feat. Arnór Dan) [bonus track]

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Compositore Islandese classe 1986, polistrumentista che ha avuto già un’ intensa attività creativa dal 2007 ad oggi, passata attraverso l’esperienza di supporter per i tour dei Sigur Ros, fino a diventare un affermato artista internazionale.
La sua musica è elettronica sperimentale, piena di atmosfere diverse, carica di emozioni.Lui stesso la definisce “musica classica per un pubblico pop” anche se è più semplice ascoltarla che descriverla. Lascia infatti l’ascoltatore libero di percepire le connessioni che preferisce e di farlo ciascuno con la propria personalità.
Il suo paese d’orgine ha sicuramente influenzato la sua musica, dato che lui stesso parla di una scena musicale molto coesa che lo ha sempre ispirato molto.Le sue sono musiche così intense che sembrano davvero provenire da una realtà quasi parallela,distaccata da quella routine “in ritardo” che tutti viviamo, infatti lui stesso preferisce comporre le sue canzoni di notte quando attorno a lui c’è silenzio e calma. Un artista e un compositore prolifico che deve tutto alla sua passione ed ad uno spirito da vero lavoratore.

“For now I am winter”, una frase che sembra quasi una sentenza, è questo il titolo del suo ultimo lavoro. Le melodie sono sempre malinconiche, nostalgiche, intrise di atmosfere intime e sospese. La sua musica è fortemente evocativa, è facile ascoltarla e trovarsi come in una realtà parallela, perdere il senso del presente e scivolare in un mondo di fantasia o di ricordi. Le sue melodie dipingono immagini nitide e vive nell’animo dell’ascoltatore.Tutto è algido in questo album persino la copertina ed il titolo .Si sente il vento della fredda ed affascinante Islanda. È difficile scindere l’ascolto di una singola track dato che sembra un lavoro nato per essere ascoltato per intero,senza pause come se fosse un’unica instancabile melodia oltre che un’esperienza quasi mistica.
Una lunga notte d’inverno a guardare il cielo stellato; la netta sensazione di distacco e nostalgia da quello che si sta vivendo; un momento senza tempo.
Per la stesura dei brani di è avvalso del cantante Arnór Dan Armarson che partecipa attivamente in alcuni dei brani come chitattista. “Brim” con i suoi violini è piena di movimento, “For now I am winter” è un contrasto fra la dolcezza della melodia e la freddezza del titolo.Bellissimo l’inizio al piano di “Old Skin”.

A breve inizierà il suo tour Europeo che fra le tappe include anche Ravenna (16 Maggio), Roma (17 Maggio), Padova (18 Maggio), per chi ne avesse voglia potrebbe essere un’esperienza davvero interessante vederlo dal vivo.
Un compositore capace di legare con un invisibile filo conduttore,magia,musica e sentimenti.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close