Menu

Recensioni

The Body – Master, We Perish

2013 - At A Loss Recordings
sludge/metal

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. The Ebb And Flow Of Tides In A Sea Of Ash
2. The Blessed Lay Down And Writhe In Agony
3. Worship

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Master, We Perish, nuovo inquietante Ep per gli americani The Body, duo che fa decisamente onore alla natia Providence e al suo illustre cittadino H. P. Lovecraft, autore dal quale la band pare aver preso di peso le atmosfere cupe e sinistre che animano il suo sludge metal.

Chip King e Lee Buford, rispettivamente cantante/chitarrista e batterista, non sono certo dei novellini delle scene, che calcano incessantemente dal 1999, come testimonia la loro nutrita discografia, che consta ad oggi di tre full-length (l’ultimo, All The Waters Of The Earth Turns To Blood, è del 2010) e una ricca selezione di uscite collaterali, fra Ep, split e compilation.
Dietro il raccapricciante cover artwork disegnato da Manifester si cela un altrettanto mostruoso impasto sonoro, che mischia la fangosità dello sludge con l’approccio ferale black, in una deriva rumorista, ipnotica e destabilizzante. I 18 minuti di cui consta Master, We Perish permettono al neofita di farsi un’idea sintetica ma efficace delle grandi capacità evocative possedute dai The Body, e al fan di lungo corso di immergersi nelle familiari acque nero pece richiamate dalle note ostili di King e Buford, perfettamente catturate ai Machines With Magnets Studios (Battles, Daughters, Lightning Bolt).

Dosando sapientemente angosciosi e asfittici movimenti sonori a eruzioni di puro delirio metallico, Master, We Perish è un trittico che sa annichilire con chirurgica competenza, soprattutto nella centrale The Blessed Lay Down And Writhe In Agony, vero nucleo pulsante dell’uscita in oggetto, che va ad ascriversi di diritto fra le migliori composizioni del duo di Providence. Un piccolo grande lavoro di nerissimo sludge, consigliato a tutti gli estimatori del genere.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=7eoxVPHwVTM[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close