Menu

Recensioni

Lleroy – Soma

2013 - Blinde Proteus, Bloody Sound Fucktory, Sangue Dischi, Mescaleros Crew, Only Fucking Noise Records, Sweet Teddy Records, Narvalo Suoni
post/hardcore

Ascolta

Acquista

Tracklist

1.Tignola
2.Cuorleone
3.Dentro al Cerchio
4.Don Peridone
5.Soma
6.Ultimi Sintomi
7.Merda Nazionale
8.Omega999
9.Pura Grazia

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Torna la rabbia e i muri sonori post hardcore degli italiani Lleroy che, dopo un cambio al basso e l’introduzione di testi in Italiano, portano alla luce Soma, nuovo LP uscito il 18 maggio e co-prodotto da sette etichette.

Sono felice che i Lleroy abbiano partecipato sei mesi fa al nostro tributo ai Laghetto proponendo una guerrigliera versione di Buca a Pi, perché penso che siano una delle proposte più genuine e sudate che abbiamo in Italia. Questi tre ragazzi riescono a costruire delle canzoni fatte di tagliente noise e infiammabile post hardcore, talmente immediate e belle da sembrare cosa quasi facile da realizzare. Soma è come prendere gli Shellac e metterli su di un treno merci a piena velocità nel selvaggio west. Ad alimentare il motore c’è il carbone nero, becero e rumoroso dei Lubricated Goat. La colonna sonora in chiave crazy-non sense-madò che casino- è ad opera dei God Bullies. Tanti gruppi tosti da cui i Lleroy assorbono le parti migliori per poi costruirci sopra la propria macchina da guerra che infiamma l’udito, traccia dopo traccia. Le nove canzoni che compongono l’album sono solide, varie e hanno quell’appeal che le fa diventare hit perfette per i momenti più devastanti della vita. Soma è sicuramente molte spanne sopra la “concorrenza” che, citando il buon Califano, diventa brutta copia di quello che era. Non c’è altro da aggiungere: sentitelo su Bandcamp, comprate il disco e prenotate una visita da un buon medico esperto in otorinolaringoiatria.

Soma dei Lleroy è talmente figo che non fa bruciare solo le Marche e l’Italia ma anche la steppa acida di Saturno e i lupi a quattro code su Giove; ha il passo inarrestabile e distruttivo di una macchina da guerra che non lascia feriti sul campo ma si porta tutto dentro di sé.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close