Menu

XM FAKTOR FEST – XM24, Bologna, 31 maggio 2013

In un momento che non è certo il migliore per gli spazi dell’ex mercato ortofrutticolo di via Fioravanti, alle prese con un nuovo piano urbanistico che rischia di spazzare via una consistente parte della struttura (comprendente tra l’altro l’opera del writer Blu – alla luce di questo fatto attuale come non mai), si è tenuta ancora una volta una nottata di grande musica, con X-Mary, Titor, Cibo e non solo.
Alcuni cambi dell’ultimo minuto dovuti a disguidi tecnici ribaltano la line-up prevista e l’atmosfera si fa subito rovente con il live dei Titor, fenomeno torinese che mostra tutta l’esperienza di chi si è fatto le ossa sui palchi italiani in anni e anni di esperienza: gridano e intrattengono il pubblico per 40 minuti promuovendo il loro primo album ufficiale “Rock Is Back”.
Freschi dalla pubblicazione dell’Ep con i Camillas “X-Marillas”, gli X-Mary sono i secondi a salire sul palco. Il loro intenso live scatena un’ondata di euforia generale che non mette comunque in ombra le doti tecniche della band ed il carisma del frontman.
Chiudono le danze i Cibo, nuovo acquisto della torinese INRI: qualche incertezza qua e là, ma nell’insieme si può ben sperare per il loro futuro (a settembre l’uscita del nuovo album). Degna di nota la mise del cantante, che si presenta sul palco travestito da papero.
È poi il turno della “special guest” della serata Alexander Rocciasana, sedicente “cantautore su basi elettro pop” che il pubblico bolognese sembra conoscere molto bene.
La performance è un mix tra l’ultimo Alberto Camerini e Richard Benson, con reazioni al limite tra tra l’insulto e l’incitamento da parte dei presenti.
Per finire un bel karaoke notturno.

945156_10201164891914103_1993700299_n

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Close