Menu

Recensioni

Palms – Palms

2013 - Ipecac
post/metal

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Future warrior
2. Patagonia
3. Mission Sunset
4. Shortwave radio
5. Tropics
6. Antarctic handshake

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Io che pensavo che questo 2013 sarebbe stato ancor più magro del 2012 dovrò ricredermi grazie a questo quartetto di talenti invidiati ed invidiabili. Qui siamo di fronte ad una prova magistrale di un gruppo che sicuramente lascerà più di una semplice pisciata sul muro inciso della storia del rock.

Questa previsione mi è resa più facile da un paio di fattori: Deftones e Isis. Proprio da questo incrocio di nomi celebri è nato il progetto Palms, un progetto inaugurato nel 2011, quando il destino di Chino Moreno, cantante dei Deftones, si è incrociato con quello di Aaron Harris, Clifford Meyer e Jeff Caxide, rispettivamente batterista, chitarrista e bassista della band alternative-metal Isis (sciolti nel 2010). Un fato che meglio di così non poteva interagire, creando un “super-gruppo” che si registra ed auto-produce e che attraverso ciò dimostra la maturità dei suoi componenti attraverso 6 tracce magistrali. 6 produzioni attraverso le quali è possibile incontrare le diverse esperienze di Deftones e Isis e celebrarle in ogni singolo brano, un incedere potente, puro e fluido. Sembra quasi di poter vedere le note, una consistenza indistruttibile ma incredibilmente agile di arpeggi e contrappunti ritmici, il tutto impreziosito da una delle più belle voci del metal, il lamento potente e limpido di Moreno che, con grande omogeneità, si accoppia con la base ritmica senza cedere mai un istante ad isterie di sorta (esclusa la manciata di minuti di pura violenza in Mission Sunset), un tipo di rabbia controllata che fa la fortuna di brani come Patagonia e Future Warrior. Grande merito di tanto ben di dio va riconosciuto alla sapiente sezione ritmica tenuta in piedi in maniera magistrale da Harris e dal suo drumming da 10 e lode, per tecnica e pulizia, tutte doti che rendono quasi magica la prova di Shortwave radio, sicuramente la punta di diamante “tra i diamanti” di questo esordio omonimo. Un lavoro gestito in maniera superiore da tutti i membri della band, che acquisisce ancora più valore grazie al sapiente supporto, in fase di produzione, di Joe Barresi (QOTSA, Tool, Bad Religion) e alla accoglienza nella Ipercac di Mike Patton che tanto ha fatto per la storia degli Isis.

Tutti fattori che descrivono la qualità di quello che andrete ad ascoltare in questo esordio lodevole dei Palms. L’unione fa la forza e la qualità di un capolavoro indiscutibile.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=AZntL_JEyz4[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close