Menu

Recensioni

Gavin Rossdale – Wanderlust

2013 - Ear Music
rock/alternative

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Can't Stop The World
2. Frontline
3. Forever May You Run
4. The Skin I'm In
5. Drive
6. Future World
7. Love Remains The Same
8. If You're Not With Us You Are Against Us
9. This Is Happiness
10. Another Night In The Hills
11. The Trouble I'm In
12. Beauty In The Beast
13. This Place Is On Fire
14. I Don't Want to Lose Myself Tonight
15. You Can't Run from What You Forget
16. Jungle in the Circus
17. Vaya Con Dios

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Tempo di ristampa per “Wanderlust”, debutto solista di Gavin Rossdale, edito originariamente nel 2008, senza troppi clamori di critica o pubblico.

Il frontman dei Bush non ha mai fatto mistero della sua fascinazione per le melodie zuccherose e le strutture tipicamente pop, sia all’interno della sua storica band, sia successivamente, ma in questa sua prima prova solista Rossdale appare più morbido e rilassato che mai, impegnato lungo i familiari binari della forma-canzone, tra relativi dinamismi elettrici e ballatone strappalacrime.
Non a caso, accanto a musicisti dal ricco pedigree rock, come Chris Traynor (Orange 9mm, Helmet, Bush) e Josh Freese (The Vandals, Devo, Nine Inch Nails, A Perfect), “Wanderlust” annovera anche gli interventi di due signorine del pop, come Shirley Manson (backing vocals su “The Trouble I’m In”) e Katy Perry (“Another Night in the Hills”).
Disco spurio e con parecchi alti e bassi qualitativi, fiaccato sulla lunga distanza da qualche filler di troppo, “Wanderlust” edizione 2013 è una sorta di director’s cut, che porta la tracklist a ben 17 pezzi, le cui 4 aggiunte (“I Don’t Want to Lose Myself Tonight”, “You Can’t Run from What You Forget”, “Jungle in the Circus” e “Vaya Con Dios”) non risultano fondamentali nè in positivo nè in negativo, per le sorti e il bilancio generale di un opera certamente sufficiente e ascoltabile (“Can’t Stop the World”, “Drive” e “If you’re not with us you are against us”, ad esempio), soprattutto per la sempre piacevole vocalità di Rossdale, ma non particolarmente brillante o entusiasmante a livello compositivo e stilistico.

Per veri die-hard fan del musicista inglese.

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=No8e0OE9QAU[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close