Menu

Recensioni

Carpacho! – Non È Più Tempo Di Illudersi

2013 - Autoproduzione
pop/indie

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Il Reale Mi Dà L'Asma
2. Regole Per Un Cervello Difettoso
3. Niente Che Non Va
4. Progetti Supersonici
5. Assassino Seriale Sensibile
6. Tappo Di Champagne
7. Canzone 7 (Winter)
8. La Classe Dirigente
9. Sensazionale
10. Canzone 4
11. C.A.R.P.A.C.H.O.
12. Autostrade
13. Arabesque

Web

Sito Ufficiale
Facebook

«Le tentazioni a questo punto sono tante e io le voglio tutte, è ora di ricominciare a volgere verso il bisogno semplice» (da “C.A.R.P.A.C.H.O.”).

L’estate è arrivata, gli esami stanno finendo e le agognate ferie saranno presto conquistate. In poche parole ci ritroveremo sfaccendati e, possibilmente, in viaggio (crisi permettendo). Ora, da che mondo è mondo, è necessario scegliere con cura la colonna sonora delle proprie vacanze. In questi casi è, tra l’altro, altamente sconsigliato lasciarsi prendere da irrefrenabili voglie di profondità intellettuali ( leggasi “intellettualoidi”): anche i «dandy apatici» e gli individui dagli animi più contorti e con le sfumature più dark hanno bisogno di leggerezza e semplicità, soprattutto quando la temperatura non è dalla loro parte e il dì vince sulla notte (grazie solstizio d’estate per limitare la nostra vita da vampiri per stimolare i nostri melanociti).

Così, come manna dal web, arriva in super free download (come gli album precedenti) Non È Più Tempo Di Illudersi dei Carpacho!, la soundtrack che stavamo cercando, estivissima e perfetta in ogni suo dettaglio: una sorta di Greatest Hits del gruppo romano, una raccolta di 13 canzoni che sono decisamente oltre il livello soglia della cantabilità, caratterizzati da melodie travolgenti e da testi tremendamente arguti e carini, tutte tratte dai loro lavori precedenti (Funeral Buffet, La Fuga Dei Cervelli, L’Oracolo E Il Fardello e La Futura Classe Dirigente). E mentre la band lavora al nuovo disco noi ci divertiamo ripassando e canticchiando i pezzi più orecchiabili e apprezzati dalla piccola cerchia dei loro sostenitori (miracolosamente, il virus del mainstream non ha ancora colpito qualitativamente i Carpacho!).
Non È Più Tempo Di Illudersi può essere sicuramente un mezzo efficace per iniziare gli ignoranti in materia di indie pop carpachano diffondendo il loro verbo e la sottile carica ironica dei loro brani nell’etere, una sorta di «Carpacho! for dummies» volendo usare le parole dello stesso cantante e chitarrista Marco Catani, unico superstite della formazione originaria.
Chi già ha superato, con fatica, le dipendenze da primo approccio ai Carpacho! sa che nessuno esce vivo dopo aver ascoltato “Regole Per Un Cervello Difettoso”: basta captarla anche solo lontanamente e ci si ritrova ad intonarla inconsapevolmente pure al supermercato!

Perciò, «si reggano alle sedie lor signori, è tempo di lasciare terra»!

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close