Menu

Recensioni

Lui Sono Io – Storia Di Una Corsa

2013 - Brutture Moderne
rock/folk

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Brutti Sogni
2. Un Altro Treno
3. Via Stalingrado
4. Rockstar
5. Santa Monica
6. Storia Di Una Corsa
7. Come Quando
8. 3 e 40
9. Case
10. Domani

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Se le intenzioni erano quelle di trasporre musicalmente l’odore aspro nelle narici provocato dalla nebbia, il duo Braschi/Amati nel loro debutto c’è riuscito molto bene.

Il moniker è quello di Lui sono io e in realtà non sarebbe propriamente nemmeno un duo, visto gli special guest di altri quattro compagni di merende come Gramentieri e Giampaoli (Sacri cuori) Ravaglioli (Saluti da Saturno, Hidalgo…) ed Enrico Mao Bocchini (Granturismo). Tutti su una linea comune di buone intenzioni e affinità stilistiche, tutti, chi più chi meno, a raschiare il fondo del barile di questi anni poco chiari, per queste ore incerte e in penombra. Come si può ignorare la vena cantautorale, forzata e ricercata, di un pezzo come Rockstar? Sì certo, di mezzo e nello sforzo di raccontare c’è anche un angst post militante che sa di barbera invecchiato. Diciamo pure una tradizione da incazzatura provinciale, quella rabbia che non è nord come non è sud, non è fredda e neanche calda, non è americana e nemmanco europea o forse è un po’ tutto questo e anche qualcos’altro in più. Ovvio che di sbieco si inciampa nelle ambivalenze come nella title track, affine a un Giorgio Canali o in un altro treno che pare quasi un omaggio ai Massimo volume. In via Stalingrado, che dondola tra rarefazione e polvere, ci si dilunga un po’ troppo nelle assonanze ritmiche. Ma la miscela è di quelle buone, la prosa rimane asciutta e mitiga le derivazioni troppo visive in una pasta personale. Asciutto e diretto invece il punk di 3 e 40 e la chiusa di Domani che ha l’eco del palissandro e l’estetica di una persistenza fuggevole. Segno e speranza che su questi ragazzi – ci metto dentro anche i Sacri cuori e i Granturismo – si può fare affidamento. Testimoni, figli e promotori di una tradizione rock italiana.

Bello e fragile questo esordio dei Lui sono io.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=6uDx0kKQwOg[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close