Menu

Recensioni

Emis Killa – Mercurio

2013 - Carosello Records
hip-hop

Ascolta

Acquista

Tracklist

1.Wow
2.Scordarmi chi ero
3.MB45
4.Lettera dall'inferno
5.A cena dai tuoi feat. J-Ax
6.Soli (Assieme)
7.Essere umano feat. Skin
8.Blocco Boyz feat. Giso & Duellz
9.Va bene
10.Gli stessi di sempre
11.Straight Rydah
12.Fratelli a metà
13.Vietnam Flow feat. Salmo
14.La testa vuota feat. Max Pezzali
15.Mercurio

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Se un rapper italiano viene invitato ad una delle più importanti manifestazioni planetarie, quale è lo statunitense Bet Awards, deve essere necessariamente uno bravo, uno potente. E così, spinto da questa (utopistica) convinzione, mi decido ad ascoltare il nuovo lavoro del prode Killa from Vimercate, personaggio dal quale finora mi ero tenuto precauzionalmente alla larghissima.

Ecco, subito dopo un primo ascolto sorge spontanea la domanda: chi cazzo ha registrato sto disco ?!?!?! Non può essere stato Emis Killa, il testimonial del rap italiano al di là dell’Atlantico! Forse un caso di omonimia o uno scambio di persona, ma non può assolutamente essere stato lui!
E invece…. 16 tracce una peggio dell’altra, appiccicose e fastidiose come il chewin gum sotto la suola, con una costante alternanza tra episodi di bullismo e tracotanza – esemplari il singolone “Wow” e “MB45”, pezzo dedicato a niente popò di meno che Monsieur Mario Balotelli – ed altri momenti come “Scordarmi chi ero” e “Lettera dall’inferno”, teneroni e cucciolosi nei quali l’eroe dei gggiovani d’oggi si guarda inside e mostra come sotto ai muscoli ed ai tatoo ci sia un cuoricino che batte, a volte per una lei, altre per gli amici, altre ancora per Lui in persona.
Le rime paiono scritte da Patrick & Alexio, le basi sono tanto varie quanto light e posticce, i feat sono spompi e scontati – unica eccezione “Vietnam flow” con Salmo che spacca come d’ordinanza -, insomma tutto è farlocco e costruito con il solo scopo di vendere vendere vendere. E purtroppo temo che la missione sarà portata a termine alla grande, visto che “Mercurio” venderà tantissimo, imperversando inogniddove e dando da un lato una bella rimpolpata al conto corrente di Killa, dall’altro una potente spallata al rap nostrano, oramai a pochi millimetri dalla fossa.

Massimo rispetto per la cartola e la capacità di sapersi vendere, ma se EK dovesse vivere con i dischi venduti al sottoscritto, nella carta d’identità avrebbe la Caritas vimercatese come residenza.

Voto: Wow! Che disco dimmerda!

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=m21v7H4pT8Y[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close