Menu

Gli SKINNY PUPPY mandano il conto alla Casa Bianca

skinny-puppy-2013-emilie-elizabeth-john-kraw

Più che una vera e propria fattura sembra più un atto di sfida da parte della band canadese degli Skinny Puppy verso l’amministrazione americana. Il gruppo ha infatti deciso di recapitare negli uffici della Casa Bianca un conto da 666.000 dollari (guarda un po’), circa 493.000 euro, per il pagamento dei diritti sullo sfruttamento di loro brani al fine di convincere i detenuti della prigione di massima sicurezza di Guantanamo a confessare i loro crimini. I brani della band di cEvin Key, insieme a quelli dei Metallica e dei Nine Inch Nails, sarebbero stati passati a volumi assurdi nelle celle dei detenuti che, sfiniti dal rumore, chiedevano ai secondini di poter confessare. Ovviamente l’amministrazione eviterà accuratamente di risarcire tale somma in quanto non esiste una documentazione credibile che dimostri l’utilizzo di questo particolare metodo di tortura.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=DJlFYPOXimE[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Close