Menu

Recensioni

Storm{O} – Sospesi Nel Vuoto Bruceremo In Un Attimo E Il Cerchio Sarà Chiuso

2014 - Shove Records/Désordre Ordonné/Fallo Dischi/Dischi Bervisti/Here and Now! Records/Epileptic Media/La Fine/Left Hand/Strom Records
post-hardcore

Ascolta

Acquista

Tracklist

1.In Volo
2.Supernova
3.Fuga
4.Perchè La Bambina Cade
5.Sorridendo (Alla Possibilità Della Caduta)
6.D’istanti
7.Un Coltello: Compassione O Comprensione
8.Delle Nostre Vite Appese
9.Meditazione Sulle Eterne Massime:
– Parte I – “Le Cose Peggiori”
– Parte II – “La Debolezza”
– Parte III – “L’accecante Guida”
10.Human 2.0
11.Aspettandone Uno Vivo
12.Respiro
13.Per Le Tue Lacrime

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Gli Storm{O} sono un gruppo italiano che esordì nel 2007 con un EP di matrice post-hardcore. Nel corso degli anni successivi uno split, tante partecipazioni su compilation e svariati tour. Si crea una forte attenzione. Questi quattro ragazzi non smettono di stare in pista e arrivano al 2014 con un nuovo lavoro chiamato Sospesi Nel Vuoto Bruceremo In Un Attimo E Il Cerchio Sarà Chiuso. L’album, registrato tra il 2012 e il 2013 è composto da quindici pezzi e salta all’occhio, tra le note, il master a cura di Alan Douches (Converge, Orchid, Cursed).

Per mettere a fuoco il gruppo basta sentire il primo pezzo che hanno fatto uscire in anteprima su Cvlt Nation, ovvero D’Istanti. In aggiunta si può abbinare Supernova, altro brano lasciato in anteprima. Un testo che è un pugno allo stomaco, post-hardcore con frequenti cambi di tempo e una carica sonora che devasta come un bulldozer. Bastonate da paura per tutti quanti.
Tutto l’album ha un comparto musicale che definire mirabile è dir poco. A ciò si fonde una voce tra l’urlato e il rauco che come prevedibile si abbina a quella pulita. Ci sono anche parti epiche che non rammolliscono la sostanza, ma anzi aumentano ancora di più la tensione prima dell’ennesima esplosione. Poi la traccia finisce. Il cuore fa un ultimo sussulto e parte un’altra canzone. Esse sono quindici per una durata di trenta minuti. Ci vuole una forte volontà a sentirle tutte di fila perché è impossibile non muoversi e gridare. Forse pure piangere e prendere a pugni le porte di casa. Si arriva alla fine senza fiato perché pezzi come
Fuga, Delle Nostre Vite Appese e Per Le tue lacrime non possono e non devono lasciare indifferenti. Non si può discendere due volte nel medesimo fiume e non si può toccare due volte una sostanza mortale nel medesimo stato, ma a causa dell’impetuosità e della velocità del mutamento essa si disperde e si raccoglie, viene e va.
Scomodare
Eraclito non è una esagerazione, perché nei testi degli Storm{O} si respira una fragilità di fondo che spesso si riscatta nel desiderio di mutamento. Del superare le barriere e andare oltre. Un percorso incerto, misterioso ma essenziale per poter preservare quel poco di anima che è rimasta. Loro direbbero molto probabilmente che consumati dalle intemperie ci gireremo a guardare le brillanti macerie dei giorni passati. Sospesi nel vuoto, bruceremo in un attimo e il cerchio sarà chiuso. Testi che vanno oltre al classico no future politico e che si fondano sulla fragilità intima della razza umana: la casa, l’amore o semplicemente il tempo perso. Belli da leggere mentre si viene crivellati dalle violente de/evoluzioni sonore.
Tutto oro che luccica? Qualche lato negativo c’è ma verrà sicuramente appianato nei loro prossimi lavori. La prima cosa è che su quindici canzoni qualcuna risulta leggermente sottotono ma è giusto sottolineare che è raro trovare un disco che offre canzoni tutte sullo stesso livello. Spesso c’è un effetto montagne russe da cui è difficile svincolarsi. In secondo luogo non ho apprezzato molto l’utilizzo della voce pulita. Se il cantante ha una forte potenza nelle parti più hardcore e una dilaniante tensione nei frangenti punk, nelle fasi pulite ci sono dei risultati altisonanti, quasi contrastanti. In
Delle Nostre Vite Appese la voce pulita sembra un po’ troppo “appiccicosa” e fa partire in malo modo una della canzoni più belle di questo lavoro. In altri casi, come in La Debolezza, la voce pulita diventa ipnotica e da un’aura ancora più maligna alla canzone e quindi viene apprezzata.

È stato esposto il quadro completo su Sospesi Nel Vuoto Bruceremo In Un Attimo E Il Cerchio Sarà Chiuso degli Storm{O}. Esso può rappresentare un buon punto di riferimento tra le ondate più recenti del post hardcore italiano e che da ragione a tutte quelle persone che nel corso del tempo hanno voluto puntare i riflettori su di loro. Gli Storm{O} ora devono avere la testa sulle spalle e sfruttare questa opportunità livellando i piccoli difetti, suonando il più possibile e non mollare mai. Il disco è disponibile su 12” e coprodotto da Shove Records, Désordre Ordonné, Fallo Dischi, Dischi Bervisti, Here and Now! Records, Epileptic Media, La Fine, Left Hand, e Strom Records.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close