Menu

Recensioni

Chambers – Colpi Scapoli

2014 - To Lose La Track
hardcore/punk/rock

Ascolta

Acquista

Tracklist

1.La sera leoni, la mattina leoni
2.Tutto è bene quel che finisce
3.Le facce uguali di due medaglie diverse feat. Johnny Mox
4.This is not a Love Song (Public Image Ltd)
5.Le cose che non cambiano mai poi cambiano in un minimo limite di tempo (Fluxus)
6.La mano senza dita (Laghetto)
7.Far away (Frogwomen)
8.Le facce uguali di due medaglie diverse (FOSU, Voodoo Remix)

Web

Sito Ufficiale
Facebook

“Abbiamo deciso di fare una raccolta. Abbiamo pensato che tutto quello che abbiamo fatto come gruppo negli ultimi tempi è finito in progetti diversi, in posti diversi, in certi casi non è neanche mai stato stampato o lo è stato in formati differenti”. Con queste parole i Chambers annunciano Colpi Scapoli, una raccolta di vecchie tracce, remix e cover. Urla, assalti hardcore e negazioni punk-rock sono qui raccolte in modo sapiente e colto. Il prodotto è disponibile in free download o su CD e audiocassetta(stupendo!) per l’etichetta To Lose La Track.

La prima parte di Colpi Scapoli si apre con tre pezzi provenienti dal primo disco dei Chambers e questi sono Pianura, Discesa e Salita. Le tre canzoni sono state risistemate e i testi scritti in italiano. Si parla di salite e discese, di arrampicate e di fratture. Vissute su pelle e contemporaneamente sullo spirito. Tre canzoni che risultano subito molto fresche e in linea con le ultime evoluzioni del gruppo. Sono dritte e avvolgenti, tanto da valere l’acquisto anche se il disco dovesse finire qui. Seguono poi le tre tracce presente nello split con i The Death of Anna Karina, di cui abbiamo ampiamente parlato nei mesi passati. Nella parte successiva di Colpi Scapoli ci sono delle interpretazioni che i Chambers hanno fatto di svariati brani di gruppi più o meno famosi del panorama underground. C’è un ruvida cover dei P.I.L. , la bella interpretazione di Le cose che non cambiano mai poi cambiano in un minimo limite di tempo dei Fluxus, uscita pochi mesi fa, e la disperata Far Away dei Frogwomen (davvero bella). Infine la loro visione di La mano senza dita dei mitici Laghetto, realizzata per il tributo alla band bolognese organizzato da ImpattoSonoro e che si può scaricare cliccando qui.  Per concludere atmosfere voodoo, mondi esoterici e ritmiche più crazy con un remix di Le facce uguali di due medaglie diverse, che con oscura rimembranza conclude Colpi Scapoli.

Colpi Scapoli dei Chambers è un disco sicuramente intrigante. Da una parte offre del materiale da raccolta come remix , cover e collaborazioni, dall’altra ripropone pezzi in modo nuovo e in Italiano. Proprio questi, hanno un forte potenziale che valgono il reperimento di questo prodotto. I Chambers continuano a far passi lenti ma sicuri, puntano sui testi e su un evoluzionismo sonoro fatto di cavalcate hardcore, voci corale e urli disperati. Raschiano, raschiano e scoprono i diamanti pure nella fossa più nera.

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=H2DgY7454vQ[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close