Menu

M'Importa 'Na Sega

M’Importa Na Sega #19: STEVE GUNN – Time Off

sega

È giovedì ma io no. L’unica rubrica derubricata in partenza nasce in un giorno di neve fitta sull’appennino e di pioggia stronza dentro casa mia. Per interrompere il conato di bestemmie in corso ho pensato di aver bisogno di fare una cosa bella e inutile. Come questa, ossia raccontare attraverso particolari storie (quanto più possibile non troppo note) di musicisti, dischi, canzoni e concerti, prestando ad essi ulteriori spunti a tema, equivoci maldestri e ricami personali con pretesa assoluta di incompletezza e strettamente ove impossibile e fuorviante, come fosse antani.

M’Importa ‘Na Sega #19: Animalismo situazionista e “Time Off” di Steve Gunn

Pezzo devastante, video bizzarro ma con alcune implicazioni morali.
Un uomo filma i suoi cani e se stesso mentre li accarezza con Steve Gunn a tutto foo sullo stereo e lui che beve birra, con la volontà registica di mostrare i cani estasiati delle musiche com’è poi persino probabile, oltre a chiedersi che cazzo sta facendo il loro padrone oltre all’essere di nuovo ubriaco.
Ma questi cani ascoltano eccelllente musica e come sapete anch’io sono un sensibile animalista come si deve oggi a un buon cittadino contro la politica corrotta, il cattivo gusto e le scie chimiche, e propongo di vietare ai padroni di animali domestici di far ascoltar loro musica di merda.
Fai ascoltare Jovanotti al tuo cane? Vai in galera, così la prossima volta ci pensi prima di condivedere il tuo degrado culturale con una innocente e dolcissima creatura, che merita di ascoltare John Martyn, Sun Ra e Bach.
Io amo il mio cane e tu?

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=gMUUP4kWVXM[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Articoli correlati

Close