Menu

Recensioni

Too Much Ado – NO!

2014 - Autoproduzione
alt/rock/noise

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Mixticanza
2. Distaccati
3. Novembre
4. Deja Vu
5. Il Rugby di Ele

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Sfondo bianco e in rilievo la tavola di uno scheletro di capra. Affascinante copertina per NO!, primo lavoro dei Too Much Ado. Il gruppo proviene da Viterbo ed è composto da Claudio Pisa (Voce), Andrea Saraca (Chitarra, theremin, cori), Valentino Rosi (Chitarra, cori) e Alessandro Medori alla batteria. NO!, per concludere con le presentazioni, è composto da 5 tracce per un totale di circa venti minuti di musica. Due chitarre e nessun basso, a creare un muro sonoro diretto e senza fronzoli.

Ascoltando le canzoni di NO!, ho immaginato nelle sfumature più noise-punk il panorama americano dei primi anni 80 in gruppi come Scratch Acid, mescolato ad evidenti ed intensi ascolti stoner. In “contraddizione” a ciò, sfumature più italiane e riferimenti all’indie rock e a certi lavori dei primi Teatro Degli Orrori. La voce poi sembra parare un po’ in questa direzione in diversi frangenti. Interessantissimi i pezzi strumentali e rumoristici che creano un caos sicuramente spaziale e devastante. Buchi neri in continuo mutamento. Anche i pezzi più classici creano interesse sia quando sono più rock oriented, sia nelle prove sperimentali dove si fondono insieme più influenze.

L’indie-rock-noise dei Too Much Ado non è male, NO! è pieno di elementi miscelati tra di loro. Alcuni sono già ben levigati, altri sono da sistemare per coglierne il potenziale. Il verdetto su questo gruppo pero’, lo si potrà scrivere solo in futuro ascoltando, perché no, un loro LP.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close