Menu

Fuoco Amico – La Storia di Davide Cervia, di Francesco Del Grosso


Scheda

Titolo originale: id.
Regia sceneggiatura e soggetto: Francesco Del Grosso
Fotografia: Daniele Anzelotti
Montaggio: Marco Saitta
Musica: Raffaele Inno
Nazione: Italia 2014
Genere: Documentario
Durata: 85’
Cast: Marisa Gentile, Erika Cervia, Daniele Cervia, Alberto Gentile, Adele Gentile, Gianluca Cicinelli, Valentino Maimone, Licia D'Amico
Produzione: BiBI Film e Rai Cinema
Distribuzione: 01 Distribution
Voto: 8

Davide Cervia, un operaio specializzato residente con moglie e figli a Velletri, un giorno di settembre del 1990 scompare nel nulla senza apparenti spiegazioni. Questa è la storia di una vita svanita nel nulla, ma mantenuta vivida e presente nei ricordi della moglie Marisa e dei suoi famigliari.

Se siete abituati a vedere film di spionaggio, a leggere romanzi di John le Carré e a interessarvi di tutto quello che può riguardare il mondo dell’assurdo è molto facile che vi ritroviate e riconosciate fra le pieghe dell’ultimo film di Francesco Del Grosso, autore di documentari efficaci e toccanti come “11 metri”, pellicola che il regista dedicò alla vita e alle gesta di Agostino Di Bartolomei. Questa volta l’autore originario di Roma torna a un passato abbastanza recente e altrettanto differente rispetto alle gesta dell’ex giallorosso, toccando un mistero che da quasi 5 lustri pare inesplicabile o quasi, cercando di narrare la storia in teoria inspiegabile di Davide Cervia, operaio trentunenne che il 12 di settembre del 1990 svanì nel nulla, apparentemente senza spiegazioni, quasi senza lasciare tracce se non un passato nella marina militare dove aveva avuto la possibilità di studiare quella che viene universalmente conosciuta come ‘guerra elettronica’, massima espressione della guerra di posizione navale moderna, divenendone uno dei migliori interpreti a livello NATO. I sospetti della famiglia e di coloro che da allora l’affiancano nel tentativo di scoprire che fine ha fatto Davide, giungono a pensare che l’ex ufficiale della marina possa essere stato rapito proprio dai suoi ex colleghi per cercare di utilizzarlo in quel ruolo per il quale era stato formato. Il film cerca attraverso la narrazione della moglie di Davide, Marisa, delle interviste a coloro che han costituito il gruppo di supporto alle sue ricerche, a partire da Gianluca Cicinelli, giornalista autore del romanzo scritto a quattro mani di inchiesta “Un mistero di Stato. Inchiesta sul rapimento di Davide Cervia tecnico di guerre elettroniche”, di ritrovare per lo spettatore tutte quelle prove necessarie a confermare una scomoda verità. Un documentario narrato con interviste e seguendo cronologicamente la vita di Cervia dal momento nel quale incontrò Marisa, sino ai giorni nostri. Ripercorrendo i numerosi colpi di scena e le inchieste televisive con le quali si è mantenuta ancora oggi viva una pagina triste della nostra penisola oltre a un dramma famigliare mai veramente sopito.

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=UXp61BZQsMM[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni Cinematografiche

Close